Home Cinema Carosello Carosone, Eduardo Scarpetta svela un retroscena

Carosello Carosone, Eduardo Scarpetta svela un retroscena

ULTIMO AGGIORNAMENTO 21:22

Carosello Carosone è il film diretto da Lucio Pellegrini e con protagonista Eduardo Scarpetta. Ma scopriamo quel curioso retroscena. 

Eduardo Scarpetta (Carosello Carosone)
Eduardo Scarpetta (Carosello Carosone)

Questa sera in prima serata su Rai 1 andrà in onda il film “Carosello Carosone”, diretto da Lucio Pellegrini. La pellicola racconta la storia del musicista Renato Carosone, la sua intera vita è stata devota alla musica. La pellicola vede nel cast attori quali: Eduardo Scarpetta, Vincenzo Nemolato, Ludovica Martino, Nicolò Pasetti, Flavio Furno, Davide Lorino, Tony Laudadio, Marianna Fontana.

Carosello Carosone è un tributo ad un uomo che ha rivoluzionato il ruolo della musica nel mondo, proprio in quest’anno ricadono i 100 anni dalla sua nascita e vent’anni dalla sua morte. Ma c’è qualche retroscena particolare da raccontare? Per scoprirlo occorre entrare nel dettaglio.

PER APPROFONDIRE LEGGI ANCHE >>> Stefano Bollani, quella lettera inviata da bambino al suo mito

Carosello Carosone, Eduardo Scarpetta: i retroscena del film

Eduardo Scarpetta (Carosello Carosone)
Eduardo Scarpetta (Carosello Carosone)

A pochissimi minuti dall’andata in onda del film su Rai 1, Eduardo Scarpetta, il protagonista della pellicola, ci svela qualche retroscena. Come ha raccontato durante la trasmissione Oggi è un altro giorno, condotta da Serena Bortone, per l’attore è stata una gioia immensa poter interpretare un ruolo di tale prestigio. Inoltre già dal provino si sentiva che quella parte doveva essere sua, anche perché aveva notato una certa somiglianza. Scarpetta ha dovuto fare una lunga preparazione per poter interpretare il noto musicista, infatti ha svolto anche delle lezioni di canto e piano.

Scarpetta non aveva mai suonato in vita sua il pianoforte, eppure nella fiction ci sono dei momenti in cui lo suona veramente lui. La vita dell’artista fu segnata da eventi degni di nota. Durante gli anni che trascorse in Eritrea, Carosone si salvò la vita suonando la fisarmonica in mezzo al deserto. Nel cammino per Asmara fu fermato e sequestrato da una tribù indigena, i quali avevano frainteso l’uso della fisarmonica, scambiandola per una radiotrasmittente. Cosa gli successe?

PER APPROFONDIRE LEGGI ANCHE >>> Connie e Angela figlie Enzo Avitabile, sostegno importante: al suo fianco

L’ingegno di Carosone fu tale che decise di suonare lo strumento, così i membri della tribù, entusiasti per tale suono, si misero a ballare. Non vediamo l’ora di poter riassaporare le sue canzoni e quei topici momenti che hanno fatto la storia della musica italiana. Siamo sicuri che Scarpetta sarà all’altezza di tale operazione. Un grande in bocca al lupo all’attore per questa sera.