Home Storie Angela Lucanto, chi è? La storia vera di Arianna Macaluso

Angela Lucanto, chi è? La storia vera di Arianna Macaluso

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:29
CONDIVIDI

Oggi andrà in onda su Canale 5 una nuova puntata della fiction L’amore strappato, basato sulla vera storia della ragazza Angela Lucanto.

Angela Lucanto
Angela Lucanto

Una vicenda davvero molto intricata quella che ha visto come protagonista Angela Lucanto, che le ha lasciato per sempre una traccia indelebile nel suo cuore. Questa sera andrà in onda su Canale 5 la fiction L’amore strappato che racconta la vera storia della Lucanto che all’interno della fiction prende il nome di Arianna Macaluso. Tale serie televisiva, con Sabrina Ferilli e Enzo Decaro, ha già riscosso un incredibile successo da parte del pubblico.

PER APPROFONDIRE LEGGI ANCHE >>> Sabrina Ferilli in crisi, una sconfitta che non si aspettava

Angela Lucanto, una storia drammatica

Angela Lucanto
Angela Lucanto

La storia di vita di Angela Lucanto è una delle più drammatiche e difficili pagine della storia giudiziaria italiana. La ragazza infatti ha subito sulla sua pelle la conseguenza di un incredibile errore, che le è costato un’infanzia durissima. Tutto è successo nel novembre del 1995, quando Angela improvvisamente fu portata via dalla sua famiglia poiché una nipote aveva accusato suo padre di aver abusato della propria figlia.

PER APPROFONDIRE LEGGI ANCHE >>> Sabrina Ferilli, la confessione: “Un dolore inspiegabile”

Da lì è cominciata una vera e propria spirale di eventi drammatici, che sono culminati con l’arresto del padre che ha scontato nel carcere di San Vittore due anni e mezzo di reclusione. Ad un certo punto sembrava che le cose stessero per andare per il meglio, quando ci fu all’assoluzione del padre da tutte le accuse in appello, ma purtroppo per Angela la sofferenza non era ancora finita.

La ragazzina infatti fu ritenuta adottabile e il Tribunale dei minori decise all’epoca di togliere addirittura ai genitori la patria potestà. La madre fece di tutto per riavere la propria figlia, incatenandosi anche all’ingresso dell’orfanotrofio dove questa si trovava, ma tale gesto aggravò ancora di più la situazione per Angela. Questa infatti fu trasferita Genova e le fu detto che entrambi i genitori erano morti. Subito dopo Angela fu adottata da una famiglia di Varese che aveva già tre figli e con cui non si trovava bene.

I veri genitori però cercavano di fare di tutto per riportare la figlia da loro. Quando ormai la ragazzina era diventata ormai una adolescente, i due riuscirono a contattarla tramite una lettera mandata dal fratello. È stata poi proprio Angela a decidere di ritornare insieme ai suoi genitori, anche se per sempre segnata da ciò che le è capitato nella sua vita a causa di questo errore giudiziario.