Home Televisione Vanessa Incontrada distrutta, stavolta sarà difficile rialzarsi

Vanessa Incontrada distrutta, stavolta sarà difficile rialzarsi

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:56
CONDIVIDI

Vanessa Incontrada finisce ancora nel mirino delle critiche del web. Ecco com’è andata la vicenda nei minimi dettagli e nello specifico.

Vanessa Incontrada figlio
Vanessa Incontrada

Vanessa Incontrada è uno dei personaggi che fa sempre e comunque discutere per alcuni suoi atteggiamenti e comportamenti. Recentemente la spagnola ha fatto preoccupare tanto tutti i suoi fan per alcuni problemi di salute che l’hanno fermata e rallentata, ma che sembrano fortunatamente esser stati messi alle spalle. Questa volta però la donna è finita sotto la luce dei riflettori e delle ribalta per alcune critiche molto pesanti che ha ricevuto. Giusto spiegare la situazione nei minimi dettagli e nello specifico. La situazione pare essere davvero un po’ delicata.

LEGGI ANCHE >>> Vanessa Incontrada, quell’incidente che le stava costando caro

Vanessa Incontrada, questa volta le critiche sono davvero molto pesanti

Vanessa Incontrada figlio
Vanessa Incontrada (Fonte: Instagram)

Tutto si lega a uno spot a cui ha partecipato l’attrice e che parla di pancia piatta. La polemica però è esplosa su Twitter perché la pancia che viene mostrata nella pubblicità non sarebbe la sua. Nulla di strano penserà qualcuno, ma tutto si riconduce al messaggio di body positive che la Incontrada aveva lanciato qualche tempo fa con una foto che aveva colpito in tanti e anche scatenato molto reazioni positive. Ed è per questo che l’accusa che viene mossa è quella di incoerenza.

LEGGI ANCHE >>> Vanessa Incontrada, avete mai visto la sua casa?

Molti utenti dunque, con i loro cinguettii e le loro osservazioni, non ha potuto fare a meno di far notare questa cosa. Insomma, la presenza di una controfigura in questo spot fa davvero discutere tantissimo. Ora non resta che attendere e aspettare se ci sarà una risposta e una replica. La curiosità è tanta, ma la certezza pare essere solo e soltanto una: il web e i social network ancora una volta non perdonano.