Home News Piero Chiambretti, lacrime in diretta: “Ho davvero toccato il fondo”

Piero Chiambretti, lacrime in diretta: “Ho davvero toccato il fondo”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:00
CONDIVIDI

Piero Chiambretti, in diretta televisiva, è tornato sul dramma che ha vissuto negli ultimi mesi. Le sue parole sono davvero commoventi.

piero chiambretti

Piero Chiambretti è stato senza alcun dubbio il grande ospite della puntata odierna di ‘Verissimo’. Nello studio di Silvia Toffanin il noto conduttore si è lasciato andare alla commozione e all’emozione e ha ricordato il grande dramma che ha vissuto qualche mese fa, in pieno lockdown e quarantena. L’uomo ha infatti contratto il Covid-19 e ha perso la mamma proprio a causa della malattia. Le sue parole sono state davvero toccanti e commoventi.

LEGGI ANCHE -> Piero Chiambretti prende una decisione irreversibile: ma che cosa è successo?

Piero Chiambretti, quanta commozione in diretta tv: le sue parole

Piero Chiambretti guarito

Il conduttore ha innanzitutto voluto ringraziare sia gli infermieri e i medici che si sono presi cura di lui e che già aveva citato quando aveva annunciato la sua guarigione sui social network. Poi il presentatore ha voluto avere parole di gratitudine anche nei confronti di Mediaset, che gli ha subito dato la possibilità di scendere in campo. Il buon Piero però ha soprattutto ricordato quei momenti difficili, facendo commuovere anche la stessa Toffanin, che non ha certo nascosto le sue emozioni.

LEGGI ANCHE -> Federica Laviosa ex compagna Piero Chiambretti: qual è il loro rapporto?

Nei giorni in cui ho contratto il virus avevo visto mia mamma, mia figlia e mio cugino puntualmente si sono ammalati. Fortunatamente mia figlia ha avuto la febbre alta solo un giorno e poi è stata benissimo. Mio cugino invece è stato in ospedale trenta giorni. Va detto che al’inizio io e mia madre eravamo nello stesso ospedale, ma non sono riuscito a vederla, perché si è aggravata subito. Dopo me l’hanno portata nel letto di fianco, almeno l’ho rivista da vicino. Però dopo pochi giorni è peggiorata ancora e a quel punto, per protocollo, mi hanno chiesto che per non farla soffrire sarebbe stato meglio lasciarla dormire: è stata la cosa più brutta della mia vita. È stata dura. Però nella notte in cui è mancata io sono guarito. Posso dire che mi ha dato la vita due volte”, questo quanto ha detto. Dichiarazioni che non hanno bisogno di ulteriori interpretazioni.