Home News Albano Carrisi, quella parola che non vuole pronunciare: c’entra Ylenia

Albano Carrisi, quella parola che non vuole pronunciare: c’entra Ylenia

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:56

Albano Carrisi è sempre restio a parlare di sua figlia Ylenia, ma ecco un’intervista dal passato dove il cantante si svela di più: cosa è successo alla sua amata figlia?

Albano Carrisi Ylenia

Lunghi capelli biondi, sorriso smagliante e volto angelico, Ylenia Carrisi aveva una bellezza eterea nata dal giusto mix tra i tratti di mamma Romina Power e quelli di papà Albano. La giovane è scomparsa prematuramente 27 anni fa e, nel 2013, è stata proclamata la sua presunta morte.

Se Albano ha cercato di venire a patti con questa tragedia, Romina non si è mai rassegnata e ancora oggi spera di poterla riabbracciare. In un’intervista dell’ottobre 2005 il cantante ha svelato quello che pensa veramente riguardo alla scomparsa di Ylenia,  spera ancora di rivederla?

PER APPROFONDIRE LEGGI ANCHE >>>Ylenia Carrisi come sarebbe oggi? La foto a 28 anni di distanza

Ylenia Carrisi, quella parola che Albano non pronuncia

albano

Nel corso della lunga e sentita intervia al Corriere della Sera, Albano Carrisi ha parlato della sua relazione con Loredana Lecciso, della fine della storia con Romina e dei suoi inizi nel mondo dello spettacolo.

Il cantante di Cellino San Marco, stuzzicato dall’intervistatore ha parlato anche delle sue discussioni con alcuni giornalisti, in particolare con Sandro Mayar (per la mancata esclusiva concessa in occasione della nascita di Romina Jr) e Paolo Occhipinti.

Lo screzio con quest’ultimo nacque a causa di un articolo sul settimanale Oggi dove pare che  venne erroneamente riportata una dichiarazione di Albano che si riferiva alla scomparsa Ylenia come a un suicidio, “Un verbo che mai utilizzerò” ha commentato Carrisi.

, “Direi che Ylenia aveva scelto di non stare su questa terra ha detto il cantate nella medesima intervista, sottolineando come la verità dei fatti non sia mai stata chiarita: è stata spinta a compiere quel gesto? Qualcuno le ha fatto del male? “Io non lo so, non c’ero” continua Albano nell’intervista concessa a Claudo Sabelli Fioretti.

Le prove, poche e frammentate, sulla scomparsa della giovane non hanno mai portato gli inquirenti ad avere un quadro completo della situazione. Albano nel 2013, dopo anni di vane speranze e presunti avvistamenti in ogni parte del mondo, ha presentato al Tribunale di Brindisi un’istanza di ‘morte presunta‘.

PER APPROFONDIRE LEGGI ANCHE >>>Lutto Albano Carrisi, l’annuncio in diretta: “Sono volate via”

Romina Power al contrario, si è sempre opposta al l’eventualità che sua figlia fosse morta, per questo ogni anno nel mese di novembre pubblica sui social numerosi scatti della giovane con la speranza che qualcuno la riconosca e le permetta di riabbracciare la sua amata figlia.