Home Personaggi Agostina Belli, un dramma indimenticabile: chi ha ucciso la madre?

Agostina Belli, un dramma indimenticabile: chi ha ucciso la madre?

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:48
CONDIVIDI

L’attrice Agostina Belli ha vissuto un dramma profondo, con l’uccisione della madre. Scopriamone di più riguardo a questa triste vicenda.

Agostina Belli
Agostina Belli (Getty Images)

Una vicenda davvero molto dolorosa quella che ha vissuto l’attrice Agostina Belli nel corso della sua vita, cioè l’uccisione della propria madre. Oggi la Belli sarà ospite della trasmissione televisiva Live non è la D’Urso, in onda su Canale 5 e condotto come sempre da Barbara D’Urso. La donna avrà modo di raccontare la vicenda legata alla madre e di scavare a fondo a questa storia.

LEGGI ANCHE >>>Attore famosissimo ricercato: nel film è autore di un duplice omicidio

Agostina Belli, un lutto profondo

Agostina Belli
Agostina Belli (Getty Images)

Purtroppo nella sua vita l’attrice Agostina Belli ha vissuto un’esperienza davvero traumatica, con l‘uccisione della propria madre avvenuta nel 1970. La Belli è un volto molto importante del mondo del cinema, che ha avuto modo nel corso della sua lunga carriera di prendere parte a film importanti e diretti anche da registi famosi, come ad esempio Lucio Fulci o Dino Risi. Se da un lato la sua carriera lavorativa è sempre stata proficua e l’ha portata molto lontano, la sua sfera privata purtroppo è stata distrutta da un dolore inaspettato e che brucia ancora oggi.

L’attrice adesso ha 71 anni, ed è passato molto tempo dalla scomparsa della madre Adele Margherita Dossena, ma quel ricordo è vivo ed è come se fosse accaduto ieri. La madre infatti fu ritrovata uccisa da una serie di coltellate, come spiega anche il Corriere.it, e tra le varie ipotesi c’è la possibilità che questa si è stata ammazzata da un “mostro di Milano”. Sembra infatti che siano avvenute le morti di almeno 7 donne misteriose e tutti i casi irrisolti.

LEGGI ANCHE >>>Attore italiano famosissimo in carcere: ergastolo per omicidio

Nella stanza dove fu commesso l’omicidio dei dettagli molto strani, come bicchieri e un vassoio con caramelle posizionate sul tavolo, che danno modo di credere che l’assassino fosse conosciuto. Inoltre si esclude anche la possibilità di un ladro poiché erano stati trovati anche dei gioielli disposti in bellavista sul comodino. Dopo 12 mesi però inspiegabilmente l’indagine fu chiusa. Nel ’74 la donna decise quindi di provare a investire per far investigare su tale delitto. All’epoca viveva in una località isolata e improvvisamente qualcuno le uccise il cane, le rubarono la macchina, e incominciò a ricevere delle telefonate anonime con una voce camuffata, che le diceva di smetterla o altrimenti avrebbe fatto la stessa fine della madre.

Fu proprio in quel momento che decise di lasciar perdere, anche perché chiese aiuto alla polizia e fu palesemente spinta verso questa possibilità. Ancora oggi dunque la Belli non si spiega chi sia stato ad uccidere la madre, e ciò non può far altro che mantenere in vita un dolore impossibile da placare.