Home Streaming La Regina degli Scacchi conquista Netflix: è tratta da una storia vera?

La Regina degli Scacchi conquista Netflix: è tratta da una storia vera?

ULTIMO AGGIORNAMENTO 7:00
CONDIVIDI

La ‘Regina degli Scacchi’ ha letteralmente conquistato Netflix. Ma la serie tv è tratta da una storia vera? Ecco tutta la verità.

la regina degli scacchi

Al di là di qualche guaio, legato però più che altro al passato, Netflix è oramai un vero e proprio colosso e un pilastro imprescindibile nel mondo dell’intrattenimento. Ed è per questo che sulla piattaforma online di streaming on demand sono tante le serie tv che conquistano un altissimo numero di spettatori. Tra queste c’è senza alcun dubbio ‘La Regina di Scacchi’. Ma di che cosa narra e parla quest’ultima? Giusto entrare nel dettaglio.

LEGGI ANCHE -> Nuovi film su Netflix, Amazon e Sky: eccoli svelati

La Regina degli Scacchi è una storia vera? Tutta la verità sulla serie Netflix?

C’è innanzitutto una domanda che assilla i fan di questa serie tv: ‘La Regina di Scacchi’ è ispirato a una storia vera? La risposta è molto più semplice di quanto si pensi. La storia è infatti tratta dal romanzo ‘The Queen’s of Gamblit’, appunto ‘La regina degli scacchi in italiano’, scritto da Walter Tevis. Va detto però che la protagonista Beth non è mai esistita nella realtà, ma c’è comunque qualcosa di vero. A che cosa ci si riferisce?

LEGGI ANCHE -> Sophia Loren torna in scena: ecco il suo nuovo film

Tutto è legato alla biografia dello scrittore. Questo ha iniziato a giocare a scacchi da bambino, più precisamente all’età di sette anni e insieme a sua  sorella. Il tutto è stato spiegato in un’intervista al ‘New York Times’, dove ha raccontato di aver addirittura vinto un premio. Spiegata anche la dipendenza per la droga di Beth, interpretata da una magistrale Anya Taylor Joy. “Quando ero giovane, mi è stato diagnosticato un cuore reumatico. Per alleviare questo problema sono stato costretto ad assumere dosi pesanti di farmaci in un ospedale“, queste le sue parole. Insomma, un briciolo di verità in fondo ci sta.