Home Streaming Guai in vista per Netflix: il colosso continua a ricevere pesanti accuse

Guai in vista per Netflix: il colosso continua a ricevere pesanti accuse

ULTIMO AGGIORNAMENTO 6:00
CONDIVIDI

Sono mesi ormai che la polemica intorno ad uno degli ultimi prodotti Netflix, Cuties, non si ferma ed ora potrebbe essere in guai seri.

Enola Holmes Netflix
Netflix

In principio era caos soltanto verrebbe da dire in merito all’affare Cuties. Il film drammatico scritto e diretto da Maïmouna Doucouré e considerato da molti utenti controverso che hanno accusato il colosso dell’intrattenimento di aver sessualizzato ragazzine. Ma dalle polemiche si è passati ai fatti e Netflix potrebbe non cadere in piedi questa volta.

Leggi anche –> El Praticante, polemica su Netflix: a rischio la vita degli attori?

Una Giuria contro Netflix

Cuties, locandina Netflix
Cuties, locandina Netflix

Accade tutto in Texas, dove si è riunita una giuria per pronunciarsi contro Netflix in merito all’accaduto. Sono state formulate delle accuse contro la piattaforma, per presunta promozione di materiale osceno raffigurante bambini proprio attraverso il controverso film Cuties.

La giuria texana non c’è andata leggera nel sostenere la richiesta di avvio del procedimento, parlando addirittura di appello al pruriginoso interesse per il sesso criticando inoltre formalmente la pellicola per l’assenza di interessi artistici o politici. Cosa che, in realtà, stando alle parole di chi ha lavorato il progetto, è proprio il centro della pellicola, dolorosamente incaricata di mostrare la deviazione a cui questa società sta andando incontro.

“Il film è un’analisi sociologica che parla proprio della sessualizzazione dei bambini. L’accusa non ha fondamento e noi continueremo a sostenere il film” hanno sempre dichiarato infatti i produttori, soprattutto in queste ore, quando l’accusa si è resa formale.

Ad ogni modo il procuratore distrettuale ha sottolineato che i legislatori del Texas considerino la promozione di materiali riguardanti bambini in circostanze oscene come distruttiva per l’intera società.

L’accusa formale segue di qualche settimana la campagna di boicottaggio che ha innescato promossa da molti utenti [#cancelnetflix] a causa del quale la compagnia ha subito una perdita di ben 9 miliardi di dollari in sole 24 ore.

Cuties racconta la storia di Amy, appena undicenne, che inizia ad opporsi alla propria famiglia e si innamora di un compagno che guida una crew di ballo. Il film non manca di affrontare temi impegnativi, incluso il modo in cui i social network – e internet in generale – possono influenzare le ragazze nella fase più delicata della loro formazione.

Dopo gli attacchi subiti dalla stessa azienda per l’altrettanto controverso film rilasciato in questi giorni – The social dilemma – e che casualmente racconta la società sempre attraverso il problema dei social, Netflix deve ora fare i conti con qualcosa di ben più pesante di una critica mossa da un’azienda, per quanto imponente come nel caso di Facebook.

Leggi anche –> Dash moglie Mirko Scarcella: le minacce sono preoccupanti