Home Televisione Maria De Filippi, lutto tremendo: ha scoperto di aver lavorato con un...

Maria De Filippi, lutto tremendo: ha scoperto di aver lavorato con un assassino

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:41
CONDIVIDI

Maria De Filippi sta vivendo un lutto tremendo per la notizia che purtroppo ha ricevuto e che ha lasciato tutti senza parole: ha lavorato con un assassino.

maria de filippi piange
Maria De Filippi che piange

Maria De Filippi sta vivendo, insieme a tutta la redazione di Amici, il suo famosissimo talent show che nel corso degli anni ha lanciato decine di persone nel mondo dello spettacolo sia nel canto sia nel ballo. Purtroppo è arrivata una notizia che ha letteralmente sconvolto tutto questo mondo: tutti loro, infatti, hanno per parecchio tempo lavorato e in generale avuto a che fare con un assassino.

Stiamo infatti parlando di Marcus Bellamy, ballerino che non solo ha preso parte al programma in qualità di studente ma che addirittura era stato inserito nel team di lavoro.

TI POTREBBE INTERESSARE: Maria De Filippi, una fobia le ha stravolto la vita per sempre

Maria De Filippi in lutto: Marcus Bellamy condannato per omicidio

Maria De Filippi malattia
Maria De Filippi: la sua malattia

L’uomo, che durante il programma aveva anche intrapreso una relazione con un altro concorrente ossia Valerio Pino, con cui ha intrapreso una breve relazione, è stato ufficialmente condannato per aver ucciso il suo fidanzato che aveva 26 anni.

TI POTREBBE INTERESSARE: Maria De Filippi cuore d’oro: un gesto di grande generosità

La reazione da parte della redazione del programma è, ovviamente, di totale lutto e sconvolgimento: non pensavano che una persona del genere potesse, infatti, arrivare a tanto, ma purtroppo è accaduto

La notizia inoltre ha letteralmente sconvolto anche Valerio Pino, il suo ex fidanzato, che ha voluto ricordare Marcus Bellamy, che ha ucciso strangolando il suo compagno, come una persona speciale, molto educata e passionale.

Adesso, però, la sua vita è cambiata per sempre: un tribunale degli Stati Uniti ha infatti condannato l’uomo a 20 anni di carcere, una pena davvero durissima ed esemplare per un gesto che, ancora adesso, Maria De Filippi e tutti gli addetti ai lavori considerano a dir poco inspiegabile.