Home Personaggi Il bambino nato con 12 dita, Piedi al limite: un caso difficile...

Il bambino nato con 12 dita, Piedi al limite: un caso difficile per la Dotteressa Vincent

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:48
CONDIVIDI

Su Real Time va in onda un nuovo episodio dello show Piedi al limite, il protagonista della sesta puntata è un bambino molto piccolo nato con 12 dita nei piedi.

Il bambino nato con 12 dita,

Su Real Time è arrivato un nuovo programma che ha già entusiasmato i telespettatori, stiamo parlando di Piedi a Limite un format nato in America con il nome My feet are killing me: letteralmente i miei piedi mi stanno uccidendo.

In ogni episodio dello show scopriamo nuovi casi riguardanti i piedi e le patologie che possono colpirli. Negli USA va in onda sulla rete televisiva TLC e ha molto colpito il pubblico, non si tratta infatti di un programma per stomaci deboli.

Il bambino nato con 12 dita, Piedi al limite

Il bambino nato con 12 dita,

La curiosità, spesso morbosa, della maggior parte dei telespettatori ha tuttavia fatto di Piedi al Limiti un vero e proprio successo, al punto da essere esportato in altre parti del mondo.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE->KANDI DREIER VITE AL LIMITE: LA SUA VITA È IN PERICOLO

Questa sera dopo l’episodio di Vite al limite, altro format di successo, che racconta la vita di Karina Garcia scopriremo a Piedi al limite la storia del bambino nato con 12 dita dei piedi sul quale la Dottoressa Vincet realizzerà un delicato intervento.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE->MORTO JAMES BONNER VITE AL LIMITE: IL 35ENNE SI È TOLTO LA VITA

Dottoressa Ebonie Vincent

Sorriso smagliante e uno stomaco di ferro, vi presentiamo la Dottoressa Ebonie Vincent l’ex giocatrice di pallavolo che ha deciso di intraprendere una nuova vita. Insieme al dottor Brad Schaeffer prende parte al docureality Piedi al Limite, dove la possiamo vedere alle prese con situazioni davvero particolari.

“Molti considerano i piedi la parte meno attraente del corpo” ha scritto sul suo sito la dottoressa Ebonie Vincent, rivelando come una delle domande più gettonate sul suo conto è proprio il motivo per il quale ha scelto di intraprendere una carriera nel campo della podologia.

“Una malattia, in qualsiasi parte del corpo si trovi, non è mai piacevole” questa è la risposta che da ai più curiosi la dottoressa che ama poter essere di aiuto per i suoi pazienti e cambiare drasticamente la loro vita.