Home Cinema Mostra del Cinema di Venezia, si farà? Ecco la decisione

Mostra del Cinema di Venezia, si farà? Ecco la decisione

ULTIMO AGGIORNAMENTO 0:02
CONDIVIDI

Si terrà quest’anno la classica Mostra del Cinema di Venezia? La decisione ufficiale e tanto attesa è finalmente arrivata.

Mostra del Cinema di Venezia

L’emergenza sanitaria creata dal Coronavirus sta senza alcun dubbio condizionando anche il mondo del cinema. Sono tante infatti le prime di film rinviate e le riprese sospese e bloccate. La situazione di allarme potrebbe però anche condizionare eventi programmati e previsti da tempo. Il riferimento e il pensiero non può andare alla Mostra del Cinema di Venezia, che quest’anno giungerebbe alla 77esima edizione. La domanda però è solo una: si farà?

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Quando uscirà Animali Fantastici 3? Tutte le anticipazioni del film

Mostra del Cinema di Venezia, ci sarà l’edizione 2020?

La decisione è stata ufficialmente presa: la Biennale di Venezia ha stabilito che il tutto si svolgerà regolarmente dal 2 al 12 settembre. Nessun annullamento e nessun cambiamento quindi. A confermare il tutto è stato il presidente della Biennale di Venezia, Roberto Cicutto. Queste le sue parole: “Credo che il Festival debba godere di una sorta di extraterritorialità rispetto alle misure di sicurezza, creando così un segnale che poi possa estendersi in altre sale“.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> La Gomera – L’isola dei fischi: l’evoluzione di un genere

L’impegno ovviamente non può che essere quello di rispettare rigorosamente le misure di sicurezza. Il tutto può avvenire senza alcun dubbio attraverso un contingentamento delle presenze in sala. “Venezia potrà essere un grande laboratorio. Un conto è gestire 6-7 luoghi circoscritti, un conto sono migliaia di sale nel territorio nazionale”, ha ribadito il presidente Cicutto. Insomma, una delle mostre più importanti del mondo del cinema non si ferma. Molto probabilmente sarà un’edizione un po’ particolare e diversa dalle altre, ma intanto si pensa ad andare avanti. L’appuntamento quindi è al 2 di settembre. Sperando che non ci siano clamorosi colpi di scena che portino a dover prendere decisioni inattese e non volute.