Home Musica Gianni Nazzaro vive un lutto: dopo una lunga lotta è venuto a...

Gianni Nazzaro vive un lutto: dopo una lunga lotta è venuto a mancare

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:29
CONDIVIDI

Grave lutto per il cantante napoletano Gianni Nazzaro. L’artista perde una persona cara dopo una lunga battaglia e malattia.

Gianni Nazzaro

Grave lutto per il noto cantante napoletano Gianni Nazzaro. Si è infatti spento all’età di 60 anni suo fratello Maurizio. Come riportato e rivelato da ‘Il Mattino’, l’uomo è deceduto nell’Ospedale Santissima Annunziata di Taranto, dove era ricoverato da un po’ di tempo, dopo una lunga battaglia con una grave malattia che se l’è definitivamente portato via. Nessun legame con il Coronavirus, visto che il 60enne era stato sottoposto a tampone ed era risultato negativo.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Lutto per Sylvester Stallone, morto il sergente di ‘Rambo’

Morte fratello Gianni Nazzaro, la sua carriera

Maurizio, nonostante la grande fama del fratello Gianni, ha provato a costruirsi una strada e una carriera alternativa, sganciandosi in un certo senso dalla famiglia e da un nome che porta con sé una pesante eredità. Il punto più alto per lui è stato senza alcun dubbio la partecipazione al Festival di Sanremo, datata 1990. Il tutto è però avvenuto, nella categoria giovani, con il nome d’arte di Maurizio Della Rosa e con la canzone ‘Per Curiosità’. Il suo è stato tentativo che ha messo in mostra il suo non voler vivere all’ombra del fratello e cercare di farsi conoscere in modo e in maniera a dir poco alternativa.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Romina Power: “Mi manchi da morire” e i fan pensano ad Albano

Il suo è stato un percorso artistico caratterizzato in primis dall’interpretazione dei classici napoletani, ma anche da alcune importanti collaborazioni, come quelle con Grazia di Michele e Massimo Ranieri. Non sono mancati però i testi scritti per Gianni Nazzaro. Ne è un fulgido esempio ‘Dimmi Come va’, cantata poi al programma ‘Millevoci’. Insomma, la musica partenopea perde uno dei suoi più grandi simboli e pilastri. A ricordarlo rimangono però la sua musica e le sue canzoni.