Home Televisione Gerry Scotti, la morte che ha cambiato la sua vita per sempre

Gerry Scotti, la morte che ha cambiato la sua vita per sempre

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:31

Gerry Scotti ha condiviso un ricordo commovente ed emozionante. La morte di quella persona speciale è stato un evento che lo ha segnato per tutta la vita.

Il presentatore italiano è uno dei volti più popolari e ben voluti della televisione italiana. Il conduttore è uno dei punti fermi fermi di Mediaset, capace di farsi seguire da milioni di persone nei vari programmi televisivi.

Gerry Scotti

Gerry Scotti è uno dei personaggi nel mondo dello spettacolo più amati della televisione. La sua empatia e la sua simpatia sono da sempre il suo cavallo di battaglia, apprezzati da milioni di telespettatori che lo seguono fin dagli inizi della sua lunghissima carriera.

Recentemente lo abbiamo visto al timone di Caduta Libera – Campioni, dove ha condotto quattro appuntamenti dove ha dato spazio ai super campioni del game show di Canale 5. Nell’occasione non sono mancati momenti di forte emozione e di grande trasporto.

Oltre alla grande simpatia, Gerry ha una grandissima professionalità che dimostra ogni volta che è chiamato in causa nei vari ruoli che ricopre: da conduttore nei quiz a giudice a Tu si que vales. Lo scorso anno il presentatore aveva fatto spaventare i fan dopo che era risultato positivo al Covid. Era andato a finire in terapia intensiva, ma per fortuna si è risolto tutto per il meglio.

Gerry Scotti concorrente di un quiz? Altro che presentatore: il video spiazza tutti

Mario, chi era il padre di Gerry Scotti

Gerry è figlio unico e non ha mai nascosto il legame con i genitori. Al settimanale SuperGuida ha raccontato la morte del padre Mario, un’ex operaio che lavorava alle rotative del quotidiano Corriere della Sera. Un evento che lo ha segnato per tutta la vita.

“Ho perso papà che aveva 70 anni, mia madre ne aveva 67”, ha detto il conduttore. Poi ha confessato che i genitori auspicavano per lui un futuro da avvocato, ma il suo percorso universitario a Giurisprudenza si è fermato a soli tre esami dalla fine del traguardo.

“Non ho mai finito gli studi. Penso che questo sia stato un grande dispiacere dato ai miei genitori”, ha rivelato. Poi ha ammesso che nonostante è riuscito ad ottenere il posto fisso, “le cose non sono andate come i miei genitori si aspettavano. Quando ho detto loro che lasciavo quel posto per fare la radio è stata la seconda tragedia”.

Gerry Scotti racconta la malattia, a un passo dalla terapia intensiva

Poi ha raccontato che la madre per duo o tre anni gli parlava poco e di sfuggita, proprio per via di quella sua scelta. “Con i primi guadagni veri ho comprato una casa. – ha detto – Poi, con il tempo, ho regalato una casa ai miei genitori. Forse è ancora oggi la cosa più importante che ho fatto nella mia vita.