Home Televisione Porta a Porta, il colpaccio di Bruno Vespa: non era mai successo

Porta a Porta, il colpaccio di Bruno Vespa: non era mai successo

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:01
CONDIVIDI

Bruno Vespa porta a casa l’ennesimo colpaccio, questa sera si farà la storia a Porta a Porta: ecco cosa è successo.

Bruno Vespa Porta a Porta
Fonte Foto Getty Images

Questa sera su Rai 1 andrà in onda una puntata storica di Porta a porta, nel noto talk d Bruno Vespa interverranno due ospiti davvero eccezionali. Nel corso dei suoi venticinque anni di storia Porta a Porta ha avuto l’opportunità di entrare negli annali in diverse occasioni.

Con lo sguardo sempre puntato all’attualità, Bruno Vespa dal 22 gennaio 1996 porta su Rai 1 ospiti decisamente eccezionali, collezionando momenti che faranno certamente scuola. Dal primo modellino televisivo per ricostruire il terribile delitto di Cogne all’arrivo di Shumacker a bordo della sua Ferrai, i momenti straordinari non sono mai mancati.

PER APPROFONDIRE LEGGI ANCHE>>>Porta a Porta 25° anniversario, storia della trasmissione di Bruno Vespa

Porta a Porta, Bruno Vespa fa la storia

Nel corso della puntata di oggi di Porta a Porta su Rai 1 avrò luogo un incontro epocale, si confronteranno infatti gli ambasciatori di Israele, Dror Eydar, e Palestina, Abeer Odeh. La puntata andrà in onda su Rai 1 in seconda serata e potrà essere guardata in diretta anche su RaiPlay.

L’annuncio su Twitter ha molto colpito i fan del talk, che dimostrano grande attesa di vedere come i due diplomatici si esporranno sulla delicata questione in merito al Conflitto Palestinese.

Su Rai1, con Bruno Vespa, incontrerà gli ambasciatori di Israele e Palestina, i due si confronteranno per la prima volta in merito a drammatici sviluppi che arrivano dal Medio Oriente.

PER APPROFONDIRE LEGGI ANCHE>>>Maurizio Costanzo spiazza a DiMartedì: la stoccata non sfugge

Nella medesima puntata si affronteranno anche altri argomenti molto delicati, come la questione Covid-19. Sulla questione interveranno anche Massimiliano Fedriga (Presidente della Conferenza delle Regioni), Pierpaolo Sileri (Sottosegretario alla Salute) e Matteo Bassetti.