Home Personaggi Amanda Lear l’amore con David Bowie: “Fu il primo a credere in...

Amanda Lear l’amore con David Bowie: “Fu il primo a credere in me”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:10

Amanda Lear continua a far discutere ed in modo particolare i suoi amori hanno fatto parlare, quell’amore con David Bowie: “Fu il primo a credere in me

Amanda Lear l'amore con David Bowie: "Fu il primo a credere in me"
A. Lear, Fonte foto: GettyImages

Amatissima dal pubblico, molto seguita sui social ed altrettanto in televisione ogni qual volta se ne presenta l’occasione, Amanda Lear ha fatto molto discutere e il grande amore David Bowie: “Fu il primo a credere in me“.

Come sicuramente in tantissimi già sapranno, la famosa cantante, attrice, conduttrice televisiva, scrittrice, pittrice e modella comincia la sua incredibile carriera nei lontani anni ’60 cominciando a sfilare per Lucie Daouphars.

In seguito, qualche tempo dopo, lavora per Catherine Harlé e poi a Parigi è la modella di Paco Rabanne.

PER APPROFONDIRE LEGGI ANCHE >>> Amanda Lear è un uomo? Molti dubbi sulla sua identità sessuale

Amanda Lear chi è? Età, altezza, peso

Amanda Lear l'amore con David Bowie: "Fu il primo a credere in me"
A. Lear, Fonte foto: Instagram (@ amanda.lear)
  • Nome e cognome: Amanda Tapp
  • Data di nascita: 18 giugno/novembre 1939/1946
  • Età: 75/82 anni circa
  • Altezza: 1.78 m
  • Peso: 63 Kg
  • Luogo di Nascita: Hong Kong oppure Saigon
  • Instagram: @amanda.lear

Per quanto riguarda la vita privata di Amanda non si conosce molto già per quanto riguarda il luogo della sua nascita si hanno alcuni dubbi, infatti, non è noto se l’artista sia nata ad Hong Kong oppure a Saigon.

Non solo, ma anche la sua data di nascita è avvolta nel mistero, infatti, vi è chi dice che è nata nel ’39, altri fanno risalire la sua data di nascita al ’46.

Secondo alcune notizie, pare che i genitori dell’artista si siano separati ed Amanda sia cresciuta a Nizza oppure tra Londra e Parigi; altri, invece, riconducono la sua infanzia in Francia oppure in Svizzera.

Nel corso degli anni la Lear ha imparato molto lingue tra cui il tedesco ed anche l’inglese, inoltre pare che dopo aver finito gli studi l’artista si sia trasferito a Parigi e sia entrata a far parte della Académie des beaux-arts e poi a Londra presso la St. Martins School of Art.

Amanda Lear carriera: l’incontro con Salvador Dalì

Amanda Lear l'amore con David Bowie: "Fu il primo a credere in me"
A. Lear e Salvador Dalì, Fonte foto: Instagram (@ amanda.lear)

Alla fine degli anni ’60, la famosa cantante ed artista comincia a lavorare per Paco Rabanne a Parigi ed è proprio qui che conosce il famoso ed iconico pittore Salvador Dalì.

Tra Amanda e il pittore ci fu subito grande intesa e col passar del tempo i due diventarono sempre più amici tanto che l’artista ha trascorso diverse estati con Dalì e sua moglie.

Insieme al pittore, l’artista viaggia per l’Europa e visita diversi musei e molto altro. Negli anni ’70 la Lear è sulla copertina di ‘For Your Pleasure‘ e grazie allo scatto in questione, Amanda viene notata da David Bowie ed in seguito i due hanno una storia d’amore.

Nei medesimi anni, invece, l’artista prende parte a ‘Midnight Special‘ e qualche tempo dopo partecipa, sempre con Bowie al brano ‘Star‘.

In seguito, la Lear esordisce nel mondo della musica con la canzone dal titolo ‘Trouble‘, mentre il suo primo album si chiamava ‘I Am a Photograph‘ con cui ebbe un successo a livello internazionale.

Dopo l’album appena citato viene pubblicato ‘Sweet Revenge‘ riuscendo ad ottenere il ‘Disco d’oro‘ in Germania ed in Francia; durante gli stessi anni è in Italia è partecipa a diversi programmi come ‘Antennatre‘ ed anche ‘Stryx‘.

Verso la fine degli anni ’70 è nella pellicola dal titolo ‘Zio Adolfo in arte Führer‘ e in seguito partecipa ad un documentario erotico dal titolo ‘Follie di notte‘.


Fonte video: Youtube

Amanda Lear le sue partecipazioni negli anni ’80 e ’90

Amanda Lear l'amore con David Bowie: "Fu il primo a credere in me"
A. Lear, Fonte foto: Instagram (@ amanda.lear)

Negli anni ’80 l’artista decide di cambiare genere musicale e si dedica alla musica rock e a quella new wave; nei medesimi anni pubblica ‘Diamonds for Breakfast‘; grazie alla sua voce ed alle sue interpretazioni, l’artista riesce a farsi ascoltare anche in Giappone dove con ‘Queen Of Chinatown e ‘Sweet Revenge‘ riceve i Dischi d’oro.

Nel 1980 comincia a lavorare anche come presentatrice in Rai e con Enrico Beruschi è al centro della ‘Mostra Internazionale Di Musica Leggera Di Venezia‘.

In seguito è la volta del disco dal titolo ‘Incognito’ e negli stessi anni continua a lavorare in Italia e pubblica ‘Ieri, oggi‘ ed è al centro dello spettacolo televisivo ‘Ma chi è Amanda?‘.

Verso la metà degli anni ’80, l’artista pubblica la sua prima biografia dal titolo ‘My Life With Dalì‘ che contiene molte notizie proprio sulla vita del pittore.

In seguito lavora su Canale 5, qualche tempo dopo comincia di nuovo a lavorare per il mondo della musica e pubblica ‘Secret Passion‘.

Alla fine degli anni ’80 l’artista è di nuovo in classifica con ‘Tomorrow‘; ovviamente, Amanda non si ferma nemmeno a livello televisivo e tra la fine degli anni ’80 e l’inizio degli anni ’90 partecipa a ‘Marc et Shopie‘ ed anche a ‘Maguy‘. Inoltre su Rai 3 è la conduttrice di ‘Ars Amanda‘.

All’inizio degli anni ’90, la Lear partecipa ad alcuni sceneggiati in televisione ed è anche nel cast di ‘Une Famme pour Moi‘; qualche tempo dopo è sul grande schermo con la pellicola dal titolo ‘Bimboland‘, mentre per quanto riguarda il mondo della musica pubblica ‘Eurodance‘, ‘Cadavrexquis‘ ed anche ‘Alter Ego‘.

Nel ’98 ritorna in Italia dove propone ‘Back in Your Arms‘, ma a causa di alcuni problemi tra case discografiche viene poi pubblicata la raccolta dal titolo ‘Follow Me Back in My Arms‘.

Inoltre, fino al 2000 è in televisione con il programma dal titolo ‘Il brutto anatroccolo‘; dopo diversi anni, la Lear sale di nuovo su una passerella e nel ’96 prende parte all’evento ‘Life Ball‘.

Amanda Lear: tra Ballando con le stelle e Un posto al sole

Amanda Lear l'amore con David Bowie: "Fu il primo a credere in me"
A. Lear, Fonte foto: Instagram (@ amanda.lear)

Per quanto riguarda gli 2000 l’artista perde suo marito Alain-Philippe Malagnac d’Argens de Villèle in un terribile incendio casalingo e per ricordalo, l’anno successivo, pubblica ‘Heart‘.

In seguito vengono poi pubblicati ‘Forever Glam!‘ ed anche ‘The Sphinx‘; sempre nei medesimi anni, l’artista è in Rai con ‘Cocktail d’amore‘ e intervista grandi artisti come Donatella Rettore, Patty Bravo, Anna Oxa e moltissimi altri.

Nel 2003 partecipa a ‘La grande notte del lunedì‘, mentre due anni dopo è nella giuria di ‘Ballando con le stelle‘; inoltre, forse non tutti lo ricorderanno, ma l’artista ha anche partecipato a ‘Un posto al sole‘.

Nel 2009, invece, è nel cast di ‘7 vite‘, è sul grande schermo con ‘Le Défi‘ ed anche con ‘Gigolo‘.

Verso la metà del 2011 partecipa nei panni di giudice a ‘Ciak… si canta!‘ e negli stessi anni pubblica anche il brano dal titolo ‘Chinese Walk‘.

Nel 2012, invece, prende parte a ‘Tale e quale show‘ con la conduzione di Carlo Conti, ma l’artista partecipa solo alla prima puntata nella giuria.

Nel 2016 è a ‘Domenica In‘ per un’intervista, mentre l’anno successivo è nella pellicola dal titolo ‘Metti una notte‘; nel 2018 partecipa a ‘Gli incredibili 2‘ come doppiatrice.

Nel gennaio del 2020 partecipa alla sua ultima sfilata e celebra anche i suoi cinquant’anni di carriera. Sempre nel medesimo anno è nel cast ‘Miss‘ ed anche di ‘Si muore solo da vivi‘; infine, nel 2021, prende parte a ‘Camping Paradis‘.

Amanda Lear ieri e oggi: ecco com’è cambiata

Amanda Lear l'amore con David Bowie: "Fu il primo a credere in me"
A. Lear, Fonte foto: Instagram (@ amanda.lear)

Amanda Lear ha ammaliato molti di quelli che ha conosciuto e infatti come si può vedere dallo scatto in alto, Amanda era davvero molto bella ed anche oggi in realtà lo è.

Non poi cambiata molto, infatti, i lineamenti del viso, il colore dei capelli e gli splendidi occhi sono sempre gli stessi.

Amanda Lear quella rivelazione su David Bowie: “Fu il primo a credere in me”

Amanda Lear l'amore con David Bowie: "Fu il primo a credere in me"
A. Lear e David Bowie, Fonte foto: Instagram e GettyImages (@
amanda.lear)

Come già detto in precedenza, Amanda ha avuto una incredibile storia d’amore con il famoso cantante David Bowie.

Durante una lunga a ‘Vanity Fair‘ la Lear aveva dichiarato su Bowie: “Fu il primo a credere in me come artista. Mi pagava le lezioni di canto”.

Poi l’artista tira fuori un aneddoto divertente: “Si truccava più di me, il problema dei maschi che si truccano e che non si struccano la notte […] mi sporcava il cuscino di fondotinta“.

PER APPROFONDIRE LEGGI ANCHE >>> Amanda Lear rivela: “Ecco perché non ho duettato con i Maneskin”

Amanda Lear: tutti gli amori dell’artista

L’artista verso la metà degli anni ’60 diventa grande amica di Brian Jones; in seguito è l’amante di Salvador Dalì e poi comincia una relazione con David Bowie.

A soli ventisei anni convola a nozze Morgan Paul Lear, ma i due in seguito si lasciano. Nel ’79 l’artista sale di nuovo all’altare con Alain-Philippe Malagnac d’Argens de Villèle

L’uomo, però, nel 2000 muore a causa di un incendio nella villa dove entrambi risiedevano. In seguito dal 2001 al 2008 è la compagna del noto modello Manuel Casella ed infine ha una storia d’amore con Anthony Hornez.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da amanda lear (@amanda.lear)