Home Cinema Qui è solo un bambino, oggi è un attore molto amato: chi...

Qui è solo un bambino, oggi è un attore molto amato: chi è?

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:51
CONDIVIDI

Giorgio Panariello è uno degli artisti più amati del panorama italiano, ma siete sicuri di conoscere tutto sul suo conto: tutto quello che dovreste sapere su di lui.

Panariello giorgio infanzia franchino fidanzata conti pieraccioni
G.P. Fonte Foto Instagram @giorgiopanarielloreal

Attore, conduttore, comico, e chi più ne metta, Giorgio Panariello è davvero un’artista poliedrico e di grande talento, ma se la sua carriera non ha più misteri per i sui fan più affezionati, lo stesso non si può dire della sua vita privata.

Panariello è un uomo che si è fatto da solo, che ha puntato tutte le sue forze per raggiungere il suo obiettivo riuscendo a farcela, ma la sua vita è stata tutt’altro che facile, scopriamone di più.

PER APPROFONDIRE LEGGI ANCHE>>>Claudia Capellini fidanzata Giorgio Panariello: una curiosa somiglianza

Giorgio Panariello, chi è? Età, altezza, peso

Panariello giorgio infanzia franchino fidanzata conti pieraccioni
G.P. Fonte Foto Instagram @giorgiopanarielloreal
  • Nome e Cognome: Giorgio Panariello
  • Altezza: 173 cm
  • Peso: 75 kg
  • Data di Nascita: 30 settembre 1960
  • Età: 60
  • Luogo di Nascita: Firenze

Giorgio Panariello è nato a Firenze, figlio di mamma Raffaella non ha mai conosciuto il suo papà ed’è cresciuto insieme ai nonni. Alle elementari ricorda di essere stato un bambino irrequieto, incapace di stare fermo, ma senza dare troppi problemi “Dove non arrivavo con lo studio arrivavo con la fantasia.”

Della scuola elementare a colpire è il ricordo di acciughe e banana, a casa non c’erano troppi soldi, così la nonna era solita a preparargli la mattina due fette di pane con le acciughe e una banana per la merenda.

Dopo le scuole medie si iscritto all’Istituto Alberghiero di Marina di Massa e i suoi professori lo vedevano ben inserto nel ruolo di cameriere, anche se lui nel frattempo lavorava come carpentieredj in discoteca. Prima di sfondare Panariello è passato da una serie di lavori di fortuna ma il suo sogno è sempre stato quello di sfondare nel mondo dello spettacolo “Da bambino mi chiudevo in bagno e mi intervistavo allo specchio” ha detto infatti l’attore e comico.

L’infanzia con i nonni:”Era un Circo Barnum”

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da GIORGIO PANARIELLO (@giorgiopanarielloreal)

Giorgio è cresciuto pensando che i suoi nonni, che lui chiamava Ba e Ma fossero i suoi veri genitori, solo all’età di 8 anni ha scoperto la verità sulla sua famiglia “quelli che pensavo fossero i miei fratelli in realtà erano i miei zii, i miei genitori i miei nonni, la signora che veniva ogni tanto mia madre, mio padre mai visto” ha svelato a Domenica In.

Una famiglia complicata ma che nel suo cuore non ha mai subito cambianti, nonna Bona e nonno Raffaele sono stati per lui sempre due genitori. Raffaele viene descritto da Giorgio come un uomo spigoloso, con il quale aveva un rapporto di assoluto amore, mentre di Nonna Bona ricorda il sostegno agli esordi “è stata la mia prima fan, mi cuciva i costumi di Renato Zero.”

Il nonno lavorava in uno stabilimento di Massa della Dalmine, un’industria molto famosa, qui svolgeva il ruolo di operaio

Il padre assente e mai conosciuto e il rapporto con la mamma

“È stata una donna assente che ha abbandonato me e mio fratello dalla sera alla mattina” ha detto Panariello parlando della mamma Raffaella, che non gli hai mai rivelato l’identità del padre, a cui l’attore ha scritto un monologo.

Tuttavia nonostante le assenze Panariello non ha mai considerato la sua un’infanzia difficile grazie al supporto dei nonni. Sua madre l’ha sempre considerata una sorta di zia, che arrivava con i regali per le feste comandate.

Panariello, calciatore mancato

Da bambino e adolescente Giorgio aveva una grande passione per il calcio, al punto che all’età di 14 anni fece un provino per la Milanello come portiere, tuttavia non è ma cresciuto troppo in altezza e nonostante sia ancora molto bravo in porta la carriera nello sport è stata ben presto accantonata.

Francesco Panariello, chi era Franchino?

Fonte Foto RaiPlay

Di recente Giorgio Panariello ha dedicato un libro a suo fratello Francesco, da tutti conosciuto come Franchino “Io sono mio fratello.” Un libro scritto per ridare dignità a suo fratello, scomparso nove anni fa, e sul quale sono state dette tante inesattezze nel corso degli anni.

Giorgio ha conosciuto suo fratello quando era già da grande e inizialmente lo ha accolto nella sua vita con gelosia, entrambi bambini, l’attore ricorda che quando Franchino tornava a casa dal collegio gli nascondeva tutti i giochi.

Nato in circostanze simili a quelle di Girgio non è stato accolto nella casa dei nonni, già provati economicamente nel crescerlo, e venne affidato a un istituto ““Tra me e Franco la differenza l’ha fatta la fortuna” ha svelato il comico a Domenica In, sottolineando come l’essere nato per primo ha cambiato il corso della sua vita.

Franchino, la difficile vita e la morte

Franchino era divertente nel suo essere fuori di testa, un equilibrista che camminava sul un filo sospeso tra la consapevolezza e l’incoscienza” ha scritto Panariello su Instagram parlando di suo fratello.

Franchino ha avuto una vita burrascosa, per un certo periodo ha anche lavorato insieme a Giorgio, poi, quando sembrava aver ripreso in mano la sua vita fu trovato morto, tra alcuni cespugli a Viareggio “Buttato come fosse un materasso usato.”

Dopo aver trascorso la vigilia di Natale con Giorgio, Franchino ha festeggiato con alcuni amici Santo Stefano, durante la cena ha accusato un malore e anziché essere soccorso è stato abbandonato sul ciglio della strada.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da GIORGIO PANARIELLO (@giorgiopanarielloreal)

“Tuo fratello è morto”, la drammatica chiamata di Carlo Conti

La mattina del 27 dicembre, intorno alle 8,30 del mattino, Giorgio ha ricevuto una chiamata molto particolare dall’amico fraterno Carlo Conti. Una chiamata insolita, dato che il conduttore ben conoscendo le abitudini dell’attore non lo avrebbe mai chiamato nessuno.

“Carlo aveva saputo di Franco da un’amica poliziotta di Viareggio che, non sapendo come rintracciarmi, aveva avvisato lui” ha raccontato Giorgio ai microfoni di Verissimo.

Il funerale di Franchino e la vicinanza di Renato Zero

Francesco Panariello è morto la notte del 26 dicembre del 2011 e tra i primi a correre al fianco del fratello maggiore c’è stato Renato Zero. Panariello si è fatto strada nel mondo dello spettacolo imitando proprio Zero e tra i due si è stretto un grande legame d amicizia.

“Mi è stato vicino fino all’ultimo momento che la bara è andata via” ha raccontato Panariello a Mara Venier durante una toccante intervista, ricordando come il cantante romano gli sia stato accattato in quei giorni bui “Mi è stato accanto anche nei giorni successivi, è stato come fino a Capodanno.”

Giorgio Panariello dalle imitazioni di Renato Zero al successo

renato zero

L’esordio di Giorgio Panariello è avventuro in radio, giovanissimo ha lavorato per Radio Forte dei Marmi. In questi anni a cavallo tra il Settanta e l’Ottanta ha creato con Carlo Fontana, Cesare Tarabella, Claudio Fortini e Massimo Polacci la trasmissione Radiosquillo.

Fu grazie a questa trasmissione che divenne famoso il suo personaggio Merigo, fino a spopolare con la sua imitazione di Renato Zero. Lascia la radio nel 1985 e mentre lavora come cameriere cerca di sfondare nel mondo del cabaret dove spopola sempre con le imitazioni del cantante romano, spendendo quasi tutti i suoi soldi per imitare i look del camaleontico artista.

Nel 1991 ottiene grande successo partecipando a Stasera Mi Butto su Rai 1, mentre prosegue il lavoro con il trio formato da lui, Carlo Conti e Leonardo Pieraccioni nell’ambito del cabaret, formando il trio comico Fratelli d’Italia.

Gli anni Novanta: da Aldo Giovanni e Giacomo a Finalmente Soli

Panariello giorgio infanzia franchino fidanzata conti pieraccioni
G.P. Fonte Foto Instagram @giorgiopanarielloreal

Il consacramento come comico arriva negli anni Novanta, quando lavora al fianco di Aldo, Giovanni e Giacomo e insieme a Vittorio Cecchi Gori, grazie al quale nel 1996 fa il suo esordio al cinema. Sempre in questi anni si cimenta come regista, dirigendo sé stesso nelle pellicole BagnomariaAl momento giusto.

Il Duemila dal Teatro al Festival di Sanremo 2006

Gli anni Duemila sono un turbinio di occasioni per Panariello, che partecipa a numerose pellicole di successo come Ti amo in tutte le lingue del mondo (di Leonardo Pieraccioni), Notte Prima degli Esami oggi (di Fausto Brizzi) e SMS – Sotto Mentite Spoglie, (Vincenzo Salemme). A Teatro lo ricordiamo, tra gli altri, in

  • Panariello sotto l’albero (1996)
  • Panariello Light (1999)
  • Panariello …chi? (2001)
  • Panariello sotto l’albero – Vent’anni dopo (2014/15)
  • Pieraccioni, Conti e Panariello – Lo Show (2016, 2017, 2018, 2019, 2020)

I primi due anni del Duemila segnano anche il suo vero e proprio esordio da show man su piccolo schermo con Torno Sabato, un programma andato in onda nel 2000, 2001 e 2003 i cui ha messo n mostra tutti i suoi talenti. Tra gli ospiti che si sono uniti a lui nelle varie stagioni Renato ZeroTerence HillPavarotti, Vasco Rossi, Ramazzotti, Marandi e Raffaella Carrà.

Nel 2003 sale sul palco dell’Ariston per la serata finale del Festival di Sanremo e l’anno successivo promuove la sua prima tournée a New York. Nel 2006 torna all’Ariston come conduttore presentando il Festival di Sanremo insieme a Ilary BlasiVittoria Cabello.

Nel 2011 dopo qualche anno di assenza sul piccolo schermo approda a Mediaset con il suo show Panariello Non Esiste, ottenendo nelle quattro serate di messa in onda un grande successo.

Tra gli altri programmi Tv che lo vedono protagonista:

Panariello, Conti, Pieraccioni Lo show, insieme dopo 25 anni

Panariello giorgio infanzia franchino fidanzata conti pieraccioni
G.P. Fonte Foto Instagram @giorgiopanarielloreal

Dal 2018 al 2020 Giorgio Panarillo ha girato l’Italia in lungo e in largo con i suoi amici fraterni Carlo Conti e Leonardo Pieraccioni, collezionando un sold out dopo l’altro con il loro “Panariello, Conti, Pieraccioni Lo show”.

Un ritorno sul palco dopo 25 anni per il trio toscano, che torna a calcare il palcoscenico che li ha visti crescere con nuova consapevolezza e la stessa voglia di ridere di un tempo. Un successo al teatro e in Tv dove è approdato venerdì 14 febbrao 2020.

L’idea di partenza era quella di fare un paio di serata all’Arena di Verona, il successo dello show è stato del tutto inaspettato.

Lui è peggo di Me, con Marco Giallini e Giorgio Panariello

giorgio panariello marco giallini

Un teatro, due set e due fenomeni del palcoscenico, Giorgio Panariello e Marco Giallini che mettono in campo il loro talento e la loro voglia di divertirsi con tanti incredibili amici. Unendo musica, spettacolo e incredibili interviste.>>>per saperne di più

Giorgio Panariello, da Renato Zero a Sirvano: tutti i personaggi

Tra i personaggi più famosi di Giorgio Panariello ricordiamo:

  • La sua straordinaria imitazione di Renato Zero ha fatto sicuramente la sua fortuna, è proprio grazie a questo personaggio che conobbe la sua fortuna tra i cabaret toscani.
  • Mario il Bagnino, il formidabile guardia spiaggia di Forte dei Marmi che compie ogni volta straordinarie e poco credibili avventure in mare. Tra le frasi cult c’è sicuramente l’espressione “Oh Bige,ghe dige?”
  • Simone, il vivacissimo bambino un po’ monello che è solito leggere le sue colorite letterine a Babbo Natale. Il piccolo è innamorato di Giulia e come frase ricorrente ripete “E so Simoneeee!”
  • l Pierre del Chiticaca di Orbetello, un PR suigeneris a dir poco tamarro che ripete in continuazione “Si vede il marsupio.
  • La Signora Italia, da sempre uno de personaggi più amati di Panariello ama spettegolare dal parrucchiere ma nei suoi racconti difficilmente azzecca un nome o un verbo.
  • Ci sono poi HardoMagic AlbertaSirvanoPio BoveNandoNaomo (carcatura di Flavio Briatore), RaperinoLello SplendorMerigo.
Panariello giorgio infanzia franchino fidanzata conti pieraccioni
G.P. Fonte Foto Instagram @giorgiopanarielloreal

Giorgio Panarello Instagram

Su Instagarm Panariello ha un seguito dii 419mila follower.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da GIORGIO PANARIELLO (@giorgiopanarielloreal)

Giorgio Panariello, chi è la fidanzata Claudia Maria Capellini: la sosia di Belen

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Claudia Maria Capellini (@claudiacapellini)

L’attore sessantenne ha stregato il cuore della govannisma Claudia Maria Capellini, alla quale è legato dal 2017. Classe 1985 Claudia ha ben 25 anni in meno rispetto al suo compagno, eppure questo per loro non è mai stato un problema.

La trentaseienne è rimasta stregata dell’attore e comico toscano durante una cena tra amici e da allora non si sono più lasciati. Claudia Maria Cappellini si è fatta notare per la sua notevole somiglianza a Belen Rodriguez.

Giorgio Panariello, quanto guadagna?

Panariello giorgio infanzia franchino fidanzata conti pieraccioni
G.P. Fonte Foto Instagram @giorgiopanarielloreal

““Fino a 40 anni non avevo una lira, facevo le TV private, non avevo né arte né parte, non sapevo cosa avrei fatto a 41″ ha svelato Giorgio, che ha saputo costruire il suo futuro un passo alla volta. Non sappiamo a quanto ammonti il suo patrimonio, che negli anni ha potuto contare su alcuni grandi incassi, come nel 1999 il suo film Bagnomara incassò al box office ben 4 milioni di euro, o nel 2006 è risultato essere uno dei conduttori del Festival di Sanremo più pagati di sempre, con ben 1 milione di euro. A questi vanno aggiunti i ricavi dei libri, delle sue canzoni, dei film e dei veri spettacoli teatrali. Insomma, il comico toscano dovrebbe poter contare su un bel gruzzolo.

Giorgio Panariello Libri

  • Non ti lascerò mai solo, 2008
  • Adesso tu, 2019
  • Io sono mio fratello, 2020