Home Cinema Paolo Virzì, il regista che raccontava l’Italia

Paolo Virzì, il regista che raccontava l’Italia

ULTIMO AGGIORNAMENTO 22:12
CONDIVIDI

Il nome di Paolo Virzì è di quelli che pesano nella cinematografia italiana e non solo. Si tratta di un uomo che è riuscito a raccontare l’Italia con intelligenza e personalità.

Micaela Ramazzotti e Paolo Virzì
Micaela Ramazzotti e Paolo Virzì (Getty Images)

Stasera a partire dalle 23.20 su Cine 34 va in onda il film La Prima cosa bella, una pellicola veramente molto bella e ben diretta. Film del 2010 è stato scritto dallo stesso Virzì insieme a Francesco Bruno e Francesco Piccolo. La protagonista è una splendida Micaela Ramazzotti qui in grado, se possibile, dell’ennesimo passo in avanti della sua carriera. Al suo fianco troviamo Stefania Sandrelli, Valerio Mastandrea, Claudia Pandolfi, Marco Messeri, Dario Ballantini, Paolo Ruffini e molti altri attori importanti. Ripercorriamo però la carriera del regista.

LEGGI ANCHE >> La storia con Micaela Ramazzotti

Paolo Virzì, chi è il regista?

Paolo Virzì è nato a Livorno il 4 marzo del 1964 e oltre ad essere un noto regista è anche sceneggiatore e produttore cinematografico. Il suo debutto arriva nel 1994 con i documentari, grazie al film CSOA Massimo rispetto. Nel 1994 arriva Ferie D’Agosto. Il grande successo però lo realizza grazie a Ovosodo nel 1997. Dopo una serie di film importanti è riuscito con La Prima cosa bella nel 2010 a commuovere il pubblico.

LEGGI ANCHE >>> Notti magiche

Oltre Ovosodo forse il suo film più famoso è Caterina va in città del 2003. Nonostante questo sono diversi i film di assoluto livello che ha diretto come i più recenti Il capitale Umano e La Pazza gioia che hanno siglato per lui un successo a livello internazionale. Ha diretto anche in America con My Name is Tanino del 2002 e Ella & John The Leisure Seeker.