Home Storie Raoul Bova, un passato difficile: “Stavo malissimo”

Raoul Bova, un passato difficile: “Stavo malissimo”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:14
CONDIVIDI

Il celebre attore italiano, Raoul Bova, ha confessato un periodo poco felice della sua vita. La sua salute ha affrontato forti malori. Scopriamo che cos’è successo all’attore.

Raoul Bova madre
Raoul Bova (Fonte: Instagram ufficiale)

Raoul Bova, quel viso che affascina tutti, uomini e donne, oggi alle 16.55 sarà in onda su Cine34 con il film “Immaturi. Il viaggio” di Paolo Genovese. Un tuffo nella tarda adolescenza di un gruppo di quarantenni, tra questi vediamo: Ambra Angiolini, Barbora Bobulova, Luisa Ranieri, Ricky Memphis. Un viaggio verso la maturità. Ma scopriamo la rivelazione di Raoul.

LEGGI ANCHE —> Rocio Munoz Morales compagna Raoul Bova, è ancora crisi tra loro?

Raoul Bova, il racconto: “Dovevo stare sdraiato dieci ore”

Raoul Bova

Bova, uno degli attori di spicco del panorama cinematografico, grazie alla sua classe ed eleganza si è conquistato l’amore di tutto il suo pubblico. Ma non tutti sanno un dettaglio sulla sua vita passata. Da giovane l’attore era anche un bravissimo nuotatore. Uno sport che l’ha sempre amato e che gli ha regalato tantissime soddisfazioni. Ma scopriamo quel tragico evento a contatto con l’acqua. Raoul ha dichiarato che fino a quando riportava vittorie stava bene, ma quando ha iniziato a perdere le prime gare cadeva in un profondo stato di malessere. Infatti ha confessato che in questi casi l’unica soluzione era stare sdraiato per dieci ore fino a quando vomitava e così si riprendeva.

LEGGI ANCHE —> Raoul Bova, la sua malattia: una confessione devastante

Ma l’attore ha continuato dicendo che ogni tanto il malessere c’era anche quando vinceva, un senso di colpa che lo assaliva non lo faceva vivere bene. Ma noi ci chiediamo: oggi incorre negli stessi problemi con la carriera attoriale? Si sente in colpa quando vince i ruoli? Questa rivelazione ha fatto preoccupare i suoi fan. Noi speriamo che l’attore stia sempre meglio e che non perda mai la voglia di continuare a fare ciò che lui stesso desidera.