Home Personaggi Marco Crivellini, il “leader negativo della classe” del Collegio

Marco Crivellini, il “leader negativo della classe” del Collegio

ULTIMO AGGIORNAMENTO 21:19
CONDIVIDI

Marco Crivellini è il sedicenne di Roma che questa sera rischia l’espulsione dal Collegio, insieme al compagno di guai.

Marco Crivellini

Marco Crivellini è l’esuberante sedicenne combina guai che questa sera al Collegio rischia l’espulsione, insieme all’amico e compagno di insubordinazioni Simone Bettin. Il ragazzo ha messo in chiaro fin da subito che studiare non è affatto la sua passione e che a scuola, come nella vita, ha sempre fatto quello che gli pare e piace, senza porsi alcun tipo di problema.

Frequenta il Liceo Scientifico, dove è stato giù bocciato un anno e continua a prendere numerose note, per questo ora si trova al docureality.

LEGGI ANCHE -> Il bellissimo pensiero di Michelle Hunziker alla figlia, “Ovunque tu sia”

Marco Crivellini, il “leader negativo” della classe del collegio

Marco Crivellini

Crivellini è uno dei ragazzi che all’interno del Collegio hanno creato più problemi agli insegnati e al preside. In effetti Marco ha messo subito in chiaro che a lui seguire le regole non piace proprio e che addirittura in classe è stato nominato il “leader negativo”. Ma lui non pare essersela affatto presa per questo tiolo attribuitogli, anzi la sua dichiarazione è stata “almeno sono primo in qualcosa”.

LEGGI ANCHE ->A The Voice un raccomandato? Il pubblico sospetta di Jasmine Carrisi

Il ragazzo ha iniziato il percorso al docureality con due brutti scivoloni, che hanno fatto arrabbiare in molti sul web. La prima è stata un’affermazione definita transfobica: “A me non piace perché lei c’ha il caschetto. Magari ce vai e c’ha la sorpresa”. Lui però si è difeso dichiarando di non essere affatto contro la comunità LGBTQ, ma che il suo intento fosse in realtà solo giocoso.

“Donne al volante pericolo costante”, la seconda gaffe in televisione, frase sostenuta dal ragazzo secondo il quale se in una macchina ci sono un uomo e una donna, deve guidare l’uomo. Anche in questo caso, però, ha affermato che fosse solo uno scherzo.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Marco Crivellini (@marcocrivellini)