Home Cinema Dakota Fanning: da bambina prodigio a giovane attrice talentuosa

Dakota Fanning: da bambina prodigio a giovane attrice talentuosa

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:05
CONDIVIDI

Oggi probabilmente è più la sorellina Elle a far parlare di sè, per la sua bellezza e bravura, ma Dakota Fanning vanta un signor Curriculum.

Dakota Fanning (GettyImages)
Dakota Fanning (GettyImages)

Una carriera che inizia giovanissima, a soli otto anni con il film drammatico di Jessie Nelson Mi Chiamo Sam; nel film interpreta la figlia di Sam Dawson (Sean Penn), un uomo alle prese sia con un ritardo mentale che lo rende abile quanto un bambino di sette anni, tanto con sua figlia, che la madre gli ha affidato abbandonandoli. Una storia devastante ma che è valsa alla piccola Dakota – che allora aveva solo otto anni – il premio allo Screen Actors Guild Award per la miglior attrice non protagonista. Un record niente male che è proseguito con decine di altri film, tra cui Man on Fire e il remake de La guerra dei mondi accanto a Tom Cruise.

Leggi anche –> Vittorio Feltri addio: l’ultimo saluto sui social

Dakota Fanning: gli altri successi e i progetti attuali

Dakota Fanning (GettyImages)
Dakota Fanning (GettyImages)

Dakota Fanning è stata tra le attrici sotto i 25 ad essere più pagata secondo la rivista Forbes; e dati i numerosi film fatti non c’è da stupirsi. La ragazza, dal 2009 al 2012, ha anche preso parte alla saga di Twilight – entrando però nel cast a partire dal secondo capitolo – che se non altro è stata un successo commerciale enorme. Dopo questo ingombrante progetto la Fanning si dedica prevalentemente a progetti a basso budget e indipendenti, anche presentati al Sundance Film Festival, fondato negli anni ’80 da Robert Redford proprio per dare visibilità alle pellicole indipendenti.

Ama infatti i progetti complessi, che hanno qualcosa di rilevante da dire; è un esempio la sua partecipazione a Night Moves, film dove l’attrice interpreta un’ ambientalista decisa a far esplodere una diga idroelettrica; il film fu anche presentato alla Mostra del cinema di Venezia e anche se da noi non ha avuto risonanza, oltreoceano – al di là delle ovvie polemiche – ha ottenuto una calda accoglienza.

Ad oggi la ragazza è impegnata con la serie tv L’alienista, dove interpreta il ruolo di Sara Howard, un’ambiziosa segretaria di un giovane Theodore Roosevelt a capo della polizia di New York, stanca del maschilismo dilagante dell’epoca e desiderosa di affermarsi professionalmente diventando la prima donna detective.

Leggi anche –> Eva Grimaldi, paura in diretta: “Ho rischiato di morire”

 

Visualizza questo post su Instagram

 

greetings 🌾

Un post condiviso da Dakota Fanning (@dakotafanning) in data: