Home Personaggi John Gotti Jr figlio John Gotti, il figlio del Padrino americano

John Gotti Jr figlio John Gotti, il figlio del Padrino americano

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:03
CONDIVIDI

John Gotti Jr è il figlio del Padrino italo americano che salì al comando della Famiglia dopo l’arresto del padre, nel 1997, con risultati mediocri.

John Gotti, Getty Images
John Gotti, Getty Images

Un’infanzia pesante quella del figlio del Boss che da piccolo quando frequentò la scuola con ottimi risultati, venne allontanato da tutti a causa delle sue origini familiari. Così, abbandonò gli studi per affiancare il padre.

E’ chiaro che seguì le sue orme, pur non essendo una sua grande ambizione. Infatti quando salì al potere della famiglia dopo l’arresto del padre non fu in grado di comandare nel migliore dei modi e furono proprio alcune sviste che permisero alla polizia anche il suo arresto.

Oggi è scarcerato, ma il suo volere è quello di allontanarsi dalla Famiglia. John Jr perse anche un fratello di 12 anni, investito da un auto. La vicenda passò per omicidio non volontario anche se poco dopo l’attentatore venne colpito con una mazza da baseball in testa dalla moglie di John Gotti.

Leggi anche –> Attore famoso si suicida: lutto nel cinema

John Gotti Jr, figlio della mafia

John Gotti, film
John Gotti, film

Non si può scegliere la famiglia in cui nascere, anche se per John Jr forse sarebbe stato meglio, visto che crescere nei Gambini gli ha penalizzato una presunta carriera e il futuro in generale.

Questa sera verrà trasmesso in prima Tv su Rai 3 il film sulla biografia di John Gotti, il primo padrino italo americano, diventato famoso per le sue azioni. Quando Gotti morì il quartiere nel quale aveva vissuto, lo applaudì perché nonostante facesse parte della malavita non aveva mai neanche sfiorato un innocente, ma solo mafiosi.

Leggi anche –> Arrestato sul set: inseguimento della polizia

Oltretutto dissero che Gotti aveva protetto il quartiere in modo meritevole.

Alla sua morte non diedero il permesso alla famiglia di poter organizzare un vero e proprio funerale, solo una specie di rituale di commemorazione per un ultimo saluto ufficiale.

Gotti, a differenza del padre Carlo, fondatore della Cosca, fu più un assassino che un pensatore ed è per questo che morì in carcere nel 2002.