Home Cinema Attore famoso morto suicida: ha segnato un’epoca televisiva

Attore famoso morto suicida: ha segnato un’epoca televisiva

ULTIMO AGGIORNAMENTO 7:30
CONDIVIDI

La notizia di un attore morto suicida ha inevitabilmente fatto disperare tutti i suoi fan. Ma qual è stato il motivo di questo gesto?

attore morto suicida

Il mondo del cinema molto spesso racconta storie a dir poco tragiche e dolorose. Molte star infatti, pur avendo successo, nascondono problemi e difficoltà che li portano a commettere gesti inaspettati e davvero tragici. Sono tanti infatti le star del grande schermo che si sono tolte la vita. Tra queste ce n’è una che ha particolarmente colpito gli spettatori, che ancora oggi si interrogano sui motivi. Ma di chi si tratta?

LEGGI ANCHE -> Famoso attore morto, dolore tra i fan: il ricordo oggi

Stan Kirstch morto suicida: era stato un volto di Friends

stan kirsch suicidato morto
stan kirsch morto

Era il gennaio del 2020 quando la notizia della morte di Stan Krisch ha sconvolto e colpito tutti gli amanti di ‘Friends‘, di cui era uno dei protagonisti. La star del cinema si è impiccato nella casa di Los Angeles. Va comunque che l’attore statunitense, oltre che per la già citata serie tv, p diventato famoso per aver interpretato il ruolo di Richie Ryan nel telefilm ‘Highlander’, durato dal 1992 al 1998. Stan ha recitato al fianco del protagonista principale Adrian Paul (Duncan MacLeod).

LEGGI ANCHE -> Attore morto in scena, doveva essere uno sparo finto ma l’ha ucciso

La vicenda di Kirsch ha fatto senza alcun dubbio molto parlare e chiacchierare in questi mesi. Secondo quanto ha reso noto la polizia di Los Angeles, fin da subito dopo la sua morte,  l’uomo, che aveva 51 anni, come detto, si sarebbe quindi suicidato. Fonti della polizia hanno riferito al portale internet ‘Tmz’ che è stata sua moglie Kristyn Green, a trovare l’attore impiccato nella loro casa di Los Angeles. Insomma, una storia tragica e che, ancora oggi, pare non essere stata completamente risolta. I suoi fan lo piangono e ricordano i suoi tanti ruoli. Il dolore però non può non essere tanto.