Home Personaggi Alessia Bonari al Festival di Venezia: sul red carpet contro il virus

Alessia Bonari al Festival di Venezia: sul red carpet contro il virus

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:37
CONDIVIDI

Alessia Bonari era presente al Festival di Venezia e ha sfilato sul tappeto rosso, indossando un camice, per rendere onore a una categoria speciale.

Alessia Bonari
Alessia Bonari

Ha sfilato la bellissima 23enne, Alessia Bonari, infermiera, che pubblicò agli inizi della pandemia una fotografia del suo volto segnato dalla mascherina che le aveva provocato dei segni evidenti in viso, probabilmente perché  indossata per troppe ore e perché troppo stretta.

E’ stata invitata al Festival per ringraziarla, lei come tutto il personale sanitario che si è battuto nella lotta al virus, ininterrottamente.

Purtroppo si è potuta fermare molto poco al Festival perché il lavoro la attendeva, ma si è goduta quel piccolo “sogno”, che le ha permesso di fare una sfilata dove con orgoglio ha indossato anche il camice da lavoro sopra il suo bellissimo vestito nero.

Leggi anche –> Venezia 77 ai tempi della pandemia

I cambiamenti nello spettacolo dopo il virus

Venezia 77
Venezia 77

Dopo la pandemia i cambiamenti nella nostra vita sono stati parecchi, ma non solo nella quotidianità, anche il mondo dello spettacolo ha subito diverse variazioni.

Come il Festival di Venezia, ad esempio, che ha dovuto chiudere alcuni palazzi nobiliari e cancellare la cena nella spiaggia dell’Excelsior. Un altro programma che ha dovuto attenersi alle nuove regole e che andrà in onda prossimamente in Rai. Infatti il pubblico non sarà ammesso, se non i direttori e la giuria. Gli ospiti potranno essere solo tre e potranno darsi il cambio solo se i primi 3 saranno usciti e avranno liberato i posti.

Leggi anche –> Pietro Almodovar a Venezia 77: racconta Human Voice

D’altronde la pandemia non è ancora finita e un errore potrebbe essere fatale per ritornare a quella situazione di lockdown che ha compromesso il popolo italiani e l’economia del Paese.

Dunque è un bene che alcuni eventi siano stati cancellati e che altri siano stati riadattati secondo le nuove restrizioni, onde evitare focolai e assembramenti.