Home Televisione Omicidio Luca Sacchi, ricostruzione e dettagli del terribile delitto

Omicidio Luca Sacchi, ricostruzione e dettagli del terribile delitto

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:12
CONDIVIDI

Il nome di Luca Sacchi è noto nelle notizie di cronaca nera italiana per essere stato brutalmente ucciso mentre si trovava in compagnia della sua ragazza.

Luca Sacchi
Luca Sacchi

Nella notte tra il 23 e 24 ottobre 2019 è stato ucciso a Roma il giovane Luca Sacchi, colpito alla testa con un colpo di pistola da due malviventi, mentre si trovava in compagnia della ragazza Anastasiya Kylemnyk.

Dalle primissime indagini era emerso che i due giovani erano stati avvicinati da due criminali che volevano tentare di scippare la ragazza del suo zainetto, cosa che ha spinto Sacchi a cercare di difenderla e per questo ucciso è stato brutalmente ucciso.

Nel passare dei mesi però le indagini sono state approfondite ed hanno a dettagli molto  inquietanti circa questa vicenda.

LEGGI ANCHE —>Francesco Rocca, marito Dina Dore: un omicidio premeditato

Si fattivamente i due giovani sono stati avvicinati da due uomini armati di pistola e di una mazza di ferro con l’intento di uno scippo, in realtà dietro il movente dell’omicidio non si nasconderebbe un semplice e casuale gesto, ma uno premeditato e che è legato ad un traffico di droga.

Pare infatti che nello zaino indossato da Anastasiya ci sarebbero stati circa 70 mila euro che dovevano essere destinati per l’acquisto di 15 Kg di droga.

Non si è totalmente sicuri se Sacchi fosse o meno al corrente delle attività illecite della sua ragazza e se ne fosse coinvolto anche lui, ma sicuramente ha avuto l’istinto di aiutarla nel momento dell’aggressione, quando uno dei due uomini l’ha colpito in testa con la mazza.

È stato proprio in quel momento che Sacchi è intervenuto cercando di fermare uno degli aggressori venendo invece colpito alla testa con un proiettile dal secondo criminale.

Omicidio Luca Sacchi, i colpevoli chi sono?

Luca Sacchi
Luca Sacchi

Per l’omicidio di Luca Sacchi sono stati individuati come colpevoli Valerio Del Grosso e Paolo Pirino, due ventenni.

L’arma del delitto era stata acquistata da un certo Marcello De Propris, arma che aveva il padre Armando, che è stato poi accusato di detenzione della pistola.

Tra i colpevoli dell’omicidio ha certamente avuto un ruolo fondamentale anche la stessa fidanzata Anastasiya, che è stata accusata di violazione della legge sugli stupefacenti e che ha coinvolto in questa terribile vicenda il povero Sacchi.

LEGGI ANCHE —> Marco Erittu, l’omicidio nel carcere di Sassari: tutta la verità sul caso

Da poco, il 9 giugno, è stato dato il via al processo per l’omicidio del giovane e in udienza estate presentata la fidanzata Anastasiya Kylemnyk.

Da alcuni messaggi che i due fidanzati si scambiarono prima dell’omicidio è inoltre emerso che il loro rapporto era molto conflittuale e che la ragazza si sentiva oppressa da Sacchi e intimava continuamente di voler fare quello che gli pare, definendo più volte il ragazzo un mammone.

Questa sera in onda su Rete4 la trasmissione Quarto Grado alle ore 21.25, dove si discuterà dell’omicidio Sacchi.