Home News Filippo Magnini e Giorgia Palmas, decisione ufficiale sul matrimonio

Filippo Magnini e Giorgia Palmas, decisione ufficiale sul matrimonio

ULTIMO AGGIORNAMENTO 1:02
CONDIVIDI

Filippo Magnini e Giorgia Palmas hanno preso una decisione ufficiale che riguarda la celebrazione del loro matrimonio: ecco di cosa si tratta.

giorgia palmas filippo magnini

Filippo Magnini e Giorgia Palmas sono senza alcun dubbio una delle coppie più chiacchierate del momento. I due sono pronti a dirsi il fatidico sì e a unirsi quindi in matrimonio. Questo sarebbe dovuto avvenire a fine marzo, ma l’emergenza per il Coronavirus ha complicato tutto e ha portato a una decisione drastica e inevitabile: lo slittamento.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Coronavirus, il ricordo commovente di Giorgia Palmas

Filippo Magnini e Giorgia Palmas, matrimonio rinviato?

Giorgia Palmas e Filippo Magnini

Avremo più tempo per organizzarlo nel modo migliore. Per noi non cambia nulla. Noi siamo per il rispetto che limita la quotidianità di tutti, ricordando che sono finalizzate al bene comune”, hanno detto i due, in un’intervista rilasciata al noto settimanale ‘Chi’. Il grande passo per loro è arrivato soltanto dopo due anni di fidanzamento: “È tutta la vita che aspettavamo di incontrarci. Sono stati due anni per noi molto intensi e che valgono una vita. Siamo stati sempre insieme, nel momento difficile del processo lei mi ha dato la forza di lottare”, ha dichiarato il nuotatore.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Giorgia Palmas e Filippo Magnini, ecco un retroscena sul loro matrimonio

Per Giorgia però stargli acconto in un periodo così complicato è comunque stato facile: “In realtà sono io che ho trovato la forza in lui. In cosa? Principalmente l’ho trovata nel suo modo di essere, nel suo carattere, nell’amore che ci siamo dati. Mi ha raccontato tutto della sua vicenda e, quando una persona ti parla a cuore aperto, si racconta anche nel suo dolore. Ed ecco che allora ti sta facendo una dichiarazione d’amore, ti sta dicendo: “Vorrei che fossi sempre nella mia vita”. Per me è stato normale prenderlo per mano”.