Home Cinema City of Angels, trailer e trama del film con Nicolas Cage su...

City of Angels, trailer e trama del film con Nicolas Cage su Canale 30

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:34
CONDIVIDI

City of Angels, film genere fantastico e romantico con la regia di Brad Silberling, con Nicolas Cage. USA 1998, durata 1h e 55′.

City of Angels - La città degli angeli
City of Angels – La città degli angeli

City of Angels, questa sera 11 marzo 2020 trasmesso su Canale 30 alle ore 21.10, è un film, genere fantastico e romantico, diretto da Brad Silberling, ha ottenuto una candidatura ai Golden Globe. Cast: Nicolas Cage, Meg Ryan, Dennis Franz, Andre Braugher, Elisabeth Shue, Colm Feore.

POTREBBE INTERESSARTI: IN HER SHOES – SE FOSSI LEI, TRAILER E TRAMA DEL FILM CON CAMERON DIAZ SU RAI MOVIE

City of Angels, la trama del film

City of Angels - La città degli angeli
City of Angels – La città degli angeli

Seth, interpretato da Nicolas Cage, è un angelo che presta il suo servizio nella città di Los Angeles, osserva gli uomini e va sulla spiaggia all’alba e al tramonto, per ascoltare il suono di Dio. Un giorno si imbatte in Meggi Rice, un medico chirurgo in crisi dopo la morte di un suo paziente. Questo incontro gli farà desiderare di non essere più un angelo, rinunciando così all’immortalità, ma di divenire un uomo in carne ed ossa per poter amare liberamente la dottoressa di cui si è innamorato. Una volta divenuto uomo gli verrà precluso di ascoltare la voce di dio ma potrà vivere il suo rapporto d’amore con Meg, che purtroppo non durerà per sempre, ci sarà infatti una triste sorpresa dietro l’angolo.

POTREBBE INTERESSARTI: RIVERDALE 4, TRAILER E ANTICIPAZIONI DELLA QUARTA SERIE, IN ONDA SU PREMIUM STORIES

La recensione del film

Il film sembra trarre spunto più o meno palesemente da “Il cielo sopra Berlino”, ma non ne raggiunge di certo il livello. La storia pecca di originalità con la sua trama piuttosto banale e scontata, salvo il finale che forse è anche la parte peggiore di tutto il film. L’interpretazione totalmente inespressiva di Nicolas Cage – cui del resto siamo piuttosto abituati – lascia parecchio a desiderare, Meg Ryan riesce a fare un po’ meglio. Fotografia apprezzabile e belli i paesaggi, troppo poco comunque per rendere accettabile una pellicola che tutto sommato si può fare tranquillamente a meno di guardare.

Il trailer del film