Home News Monica Leoffreddi vs Diletta Leotta: “E’ tutta rifatta”

Monica Leoffreddi vs Diletta Leotta: “E’ tutta rifatta”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:35
CONDIVIDI

Monica Leoffreddi torna a parlare di Diletta Leotta in diretta a Storie Italiane questa mattina nella nuova puntata

Monica Leoffreddi
Monica Leoffreddi

Non si placano le polemiche che hanno travolto la conduttrice sportiva Diletta Leotta dopo il suo monologo fatto sul palco di Sanremo 2020 sulla bellezza.

A parlarne oggi in studio, anche Roberto Alessi, Nunzia De Girolamo, Jo Squillo e Guglielmo Mariotto che concordano tutti sul fatto che forse le parole della conduttrice siano fuori luogo visto i presunti ritocchi a cui è ricorsa negli anni.

Leggi anche: ELETTRA LAMBORGHINI E LA BRUTTA SORPRESA

Monica Leoffreddi contro Diletta Leotta

Monica Leoffreddi ha dato il via alla polemica contro la conduttrice sportiva tramite un twitt pubblicato proprio la sera di Sanremo 2020, letto adesso in trasmissione.

Cosi come l’opinionista rivela a Eleonora Daniele anche tutti gli altri ospiti sono contrariati dalle parole detto sul palco dell’Ariston dalla Leotta che stando anche a delle prove fotografiche nel corso degli anni sarebbe ricorsa a dei ritocchi plastici.

“Le sue parole sono state banali e anche fuori luogo, specialmente se messe a confronto con quelle dette da Rula la stessa sera che trattavano un argomento più serio” ammette Nunzia De Girolamo.

A chi invece dice che il monologo è stato scritto dagli autori e non dalla stessa Diletta, risponde Roberto Alessi, che dice:”Non vuol dire nulla, a me se mi scrivono una scemenza, io non la leggo”.

A difendere la sorella è stato Mirko Leotta, il fratello della conduttrice che come lavoro fa il chirurgo plastico, che ha ammesso: “Mia sorella non è rifatta”.

Leggi anche: AMADEUS E IL RETROSCENA SU SANREMO 2020

“Le donne non ci sono”

Il dialogo prosegue anche con l’intervento di Jo Squillo che seppur trovandosi concorde con tutte le altre parole, ammette che le donne dovrebbero sostenere le altre donne , visto anche la poca presenza sul palco dell’Ariston.

“Le co-conduttrici hanno messo una pezza, ma ci stavano poche protagoniste femminili, guardate il podio o i direttori d’orchestra” ammette Jo Squillo, che alla fine come molti altri ospiti pensa anche che ammettere il ritocco non è una cosa grave.

“Le donne sono sparite dietro la bravura di Fiorello e Amadeus, lo dico da donna” ammette Nunzia De Girolamo”.