Home Serie TV ZeroZeroZero, romanzo di Roberto Saviano diventa serie tv

ZeroZeroZero, romanzo di Roberto Saviano diventa serie tv

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:12

Narcotraffico e criminalità organizzata sono i temi al centro di ZeroZeroZero, il romanzo inchiesta di Roberto Saviano che è diventato una produzione originale Cattleya e Bartlebyfilm per Sky Studio che presto debutterà su Sky.

roberto saviano zerozerozero

La serie tv sarà presentata alla Mostra del cinema di Venezia il prossimo 5 settembre.

ZeroZeroZero, la serie tv

Il romanzo ZeroZeroZero, di Roberto Saviano, è uscito nel 2013, edito da Feltrinelli: un’inchiesta approfondita sugli intrecci del commercio internazionale di cocaina che dai cartelli sudamericani arriva fino alle criminalità locali, lasciando dietro di sé una scia di sangue e violenza. Il tutto, con notevoli ripercussioni economiche e politiche in tutto il mondo.

Ora quel romanzo-inchiesta è diventato una serie tv, una produzione originale Cattleya e Bartlebyfilm per Sky Studios di respiro internazionale, visto che si parleranno ben 3 lingue: inglese, spagnolo e italiano.

La serie, creata da Stefano Sollima (che già aveva lanciato in Italia anche le fortunatissime Romanzo criminale e Gomorra), Leonardo Fasoli e Mauricio Katz, ha visto Saviano partecipare attivamente alla scrittura degli 8 episodi, diretti da Sollima stesso con Pablo Trapero e Janus Metz.

Nel cast: Gabriel Byrne, Andrea Riseborough, Dane DeHaan, Giuseppe De Domenico, Adriano Chiaramida, Harold Torres, Tcheky Karyo e Francesco Colella.

ZeroZeroZero sarà presentata in anteprima mondiale alla Mostra del cinema di Venezia (come evento speciale fuori concorso) il prossimo 5 settembre. Debutterà poi su Sky Atlantic  in Italia, ma anche nel Regno Unito, in Irlanda, in Germania e in Austria, nonché in Spagna, negli Stati Uniti, in Canada e  nei Paesi latinoamericani.

Trailer

 

Visualizza questo post su Instagram

 

“…il nostro vizio, questo: d’andare avanti con le teste sempre voltate all’indietro.” Giorgio Bassani

Un post condiviso da Roberto Saviano (@robertosaviano_official) in data: