Home Serie TV Friends, azienda USA offre 900 euro per guardare la serie tv

Friends, azienda USA offre 900 euro per guardare la serie tv

Essere pagati per guardare la propria serie tv preferita: un vero e proprio sogno! Ebbene, un solo fortunato può realizzare questo desiderio, grazie all’iniziativa si un’azienda statunitense in occasione del 25esimo anniversario di Friends!

friends

Friends compie 25 anni! La popolarissima serie tv è stata lanciata nel 1994. Dieci stagioni ambientate a Manhattan e incentrate su un gruppo di sei amici: Ross, Chandler, Joey, Rachel, Monica e Phoebe.

Guardare Friends a pagamento

Questa è un’opportunità che gli amanti di Friends non possono proprio lasciarsi sfuggire! Un’azienda statunitense, per festeggiare i 25 anni della popolare serie tv, ha messo in piedi un’iniziativa davvero unica nel suo genere, che fa gola.

FrontierBundles si occupa di servizi televisivi, online e telefonici. In occasione di questo importante anniversario ha deciso di dare la possibilità a un fan della serie di ripercorrere tutti gli episodi, per intero, percependo uno stipendio!

Eh si, ben 1000 dollari (pari a circa 900 euro) per vedere i 60 episodi entro il 22 settembre: una proiezione totale di circa 25 ore.

Oltre alla ricompensa in denaro, l’azienda ha messo a disposizione del fortunato maratoneta, selezionato accuratamente, anche un abbonamento a Netflix per un anno e cofanetti e gadget a tema Friends. Per partecipare alla selezione non servono particolari requisiti: solo essere appassionati di questa serie tv ed essere maggiorenni.

La persona che verrà scelta dovrà anche documentare passo passo la sua maratona, condividendo su Twitter i momenti più importanti della visione, i passaggi per lui più significativi delle puntate, i suoi ricordi legati agli anni Novanta.

Il form da compilare è disponibile sul sito www.frontierbundles.com.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

ahaha this ep was so funny – q: fav of the friends? a: way too hard, literally all

Un post condiviso da 𝓶𝓾𝓵𝓽𝓲𝓯𝓪𝓷𝓭𝓸𝓶 𝓮𝓭𝓲𝓽𝓼 (@kepzonashepherd) in data: