Home Personaggi Lutto nel cinema: è morto l’amato attore, dolore devastante

Lutto nel cinema: è morto l’amato attore, dolore devastante

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:31

Il cinema ha visto la notizia di un tremendo lutto. Un protagonista che ha segnato tante generazione. Bo Hopkins ha lasciato i suoi cari.

La settima arte, comunemente conosciuta come cinema, ha dato luce a straordinari protagonisti. Interpreti che non solo hanno saputo segnare tale ambiente ma anche tutte le persone che li hanno visti e conosciuti. Per questo motivo, quando arriva una notizia del genere non può che innescarsi un fortissimo dolore.

Lutto cinema
AdobeStock

Questa volta, anche un altro protagonista del cinema mondiale è scomparso. Stiamo parlando di Bo Hopkins. L’attore è morto all’età di 84 anni al Valley Presbyterian Hospital di Van Nuys. La notizia ha fatto rapidamente il giro del mondo per un artista che ha davvero fatto la storia del cinema.

La notizia di Bo Hopkins, inoltre, segue anche un altro lutto nel mondo del cinema. Anche in quel caso, l’interprete ha segnato questo ambiente. Si pensi che Romina Power ha voluto lasciare un messaggio per Ray Liotta. A dimostrazione di come Liotta abbia lasciato un segno indelebile. Stesso segno anche per Bo Hopkins. La sua scomparsa, infatti, ha generato tantissime lacrime.

Lutto cinema, morto Bo Hopkins: il “cattivo” per eccellenza

Ogni artista che è riuscito a mettere la firma nel mondo del cinema ha lasciato qualcosa di se stesso. Tale cosa si ricollega in modo perfetto a Bo Hopkins. Lui è stato un “cattivo” in molti film che sono poi diventati cult. L’attore era ricoverato per un attacco cardiaco avuto lo scorso 9 maggio. Dopo alcuni giorni non ce l’ha fatta e l’annuncio del decesso è stata data dalla moglie Sian Eleanor Green all’Hollywood Reporter. La notizia poi è stata confermata dal sito ufficiale dell’attore. Lascia sua moglie e i suoi figli.

I più affezionati alla settima arte ricorderanno Hopkins come un personaggio cattivo ma con uno sguardo da duro e feroce. Celebre la sua interpretazione nel film Fuga di mezzanotte, Il mucchio selvaggio dove svolse il ruolo di Clarence “Crazy” Lee. Fino ad arrivare al lavoro che lo ha reso celebre. Stiamo parlando del film American Graffiti del 1973, regia di George Lucas, in cui interpretò il capo della gang.

I suoi lavori non si sono limitati solo al grande schermo. Bo Hopkins, infatti, ha anche messo la sua firma sul piccolo schermo. Lo ricordiamo in Dynasty, La signora in giallo e in Charlie’s Angeles. Il suo ultimo lavoro è avvenuto nel 2020 nel film diretto da Ron Howard, con cui ha lavorato anche in American Graffiti, Elegia americana.

Insomma, una grande carriera iniziata appena svolto il servizio militare. La passione per il cinema era davvero altissima e i risultati sono storia. Bo Hopkins non ha mai ricoperto ruoli primari ma sempre di supporto. Questo, però, non ha impedito di mettere la sua firma in questo settore. Inoltre, tutte le sue interpretazioni hanno assunto un valore davvero unico. Cosa che ha portato Bo Hopkins nell’olimpo degli attori più grandi di sempre.

Bo Hopkins
Instagram