Home Televisione Giampiero Galeazzi a Zelig: il video che tutti hanno dimenticato

Giampiero Galeazzi a Zelig: il video che tutti hanno dimenticato

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:40

Giampiero Galeazzi ha preso parte anche a Zelig per una delle puntate dello show di Canale Cinque, ecco il video che forse non tutti ricordano di aver visto.

Giampiero Galeazzi
screenshoot tv

Si torna a parlare ancora del grande giornalista sportivo scomparso proprio nelle scorse ore all’età di settanta cinque anni, conosciuto da tutto il pubblico italiano e amato da tutti i suoi colleghi.

In passato tra le tante apparizioni che ha fatto in televisione ne è capitata anche una per Zelig, lo storico programma comico di Canale Cinque condotto da Claudio Bisio in prima serata.

Forse non tutti lo ricorderanno ma è si tratta di qualcosa di davvero inedito che è impossibile non citare proprio adesso che il grande giornalista non ci sta più: ecco di cosa stiamo parlando.

Giampiero Galeazzi, ricordate la sua imitazione a Zelig?

Giampiero Galeazzi continua ad essere al centro dell’attenzione proprio oggi a poche ore dalla sua morte arrivata come un fulmine a ciel sereno nonostante la malattia che lo accompagnava da tempo.

In passato è stato anche in una delle puntate di Zelig su Canale Cinque ma in realtà non come tutti si immaginano, infatti il giornalista sportivo non ha fatto parte del gruppo di comici ma è stato uno dei personaggi imitati proprio nel corso di una delle puntate.

A prestare la voce è stato Nicola Savino, il conduttore delle Iene che in quel periodo si dilettava a fare la voce fuori campo interpretando proprio il bisteccone nazionale, cosa che ha anche replicato in diverse occasione e in altri programmi anche condotti da lui.

Un modo davvero elegante di ricordarlo con la sua inconfondibile voce profonda di quando faceva la telecronaca delle gare di canottaggio di cui anche lui in gioventù era stato un grande campione.

PER APPROFONDIRE LEGGI ANCHE>>> Giampiero Galeazzi in Space Jam: ve ne siete resi conto?

Insomma davvero un momento storico, reso ancora più speciale dal pensiero che nessuno potrà mai sentire dal vivo la sua voce ancora una volta anche se di certo rimarrà nella storia e nel cuore di chi anche solo una volta nella vita ha avuto la fortuna di ascoltarla.