Home Personaggi Leonardo DiCaprio, la complicata malattia dell’attore: difficoltà sul set

Leonardo DiCaprio, la complicata malattia dell’attore: difficoltà sul set

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:33

Leonardo DiCaprio convive da numerosi anni con una malattia che a quanto pare gli ha creato difficoltà nel suo lavoro.

Leonardo DiCaprio
Leonardo DiCaprio (Getty Images)

Tra gli attori di Hollywood più amati di sempre sicuramente bisogna citare Leonardo DiCaprio. Quest’ultimo infatti ha all’attivo una carriera incredibile, in cui è riuscito a saper far emergere tutto il suo incredibile talento. L’attore ha collaborato con alcuni tra i più importanti registi del mondo, tra cui per Quentin Tarantino, Ridley Scott, Steven Spielberg, Martin Scorsese, Clint Eastwood e Christopher Nolan. Non molti sapranno però che a quanto pare DiCaprio ha dovuto imparare a convivere con una complicata malattia, che spesso gli ha portato anche difficoltà sul set.

PER APPROFONDIRE LEGGI ANCHE >>> Tutti i film di Leonardo DiCaprio che puoi trovare su Netflix

Le origini italiani di Leonardo DiCaprio

Leonardo DiCaprio nasce nel novembre del 1974 a Los Angeles ed è figlio di George DiCaprio, un noto fumettista americano che ha però origini italiane. Queste ultime in realtà attingono proprio dal lato paterno e infatti i bisnonni dell’attore avevano origini napoletane. La madre di DiCaprio invece ha origine tedesche, da parte del padre e russe da parte della madre. Purtroppo i genitori di Leonardo si separarono quando lui era piccolo e da quel momento visse insieme alla madre. A causa dei problemi economici della donna i due però dovettero spesso cambiare casa e quartieri. Per quanto riguarda invece la scuola, frequentò la UCLA graduate School of education and information studies e prese poi il General Educational Development.

Fin da giovanissimo si intuì un grande interesse per verso la recitazione, e subito dopo gli studi si dedicò a questo suo amore a tempo pieno. L’esordio cinematografico avvenne con un b-movie dal titolo Critters 3, nel 1991. Fu all’età di 18 che intraprese il ruolo di un ragazzino disabile nel film Buon compleanno Mrs. Grape, in cui fece emergere un talento davvero inaspettato e incredibile, che lo portò anche ad una candidatura al Golden Globe. L’incredibile successo però come è risaputo arrivò nel 1997 con Titanic, che lo consacrò come vera e propria Star. Da l una carriera piena di successi, lavorando a film come The aviators, The Departed, Shutter Island, Inception, Il grande Gatsby, Revenant.

Vita sentimentale, tutte le relazioni di DiCaprio

Per ciò che riguarda la vita sentimentale dell’attore Leonardo DiCaprio, sappiamo ebbe una relazione dal 1995 al 1977 con la modella Kristen Zang. Successivamente dal 2000 fino al 2005 è stato fidanzato con un’altra modella, Gisele Bundchen. Tra le altre storie importanti dell’attore da ricordare anche quella dal 2005 al 2011 con la modella Bar Rafaeli. Ebbe delle relazioni inoltre con con Toni Garn e con l’attrice Blake Lively. È da 2017 però che a quanto pare Di Caprio ha una storia importante con Camila Morrone. Quest’ultima è nota principalmente per essere la figliastra dell’attore Al Pacino. Tra di loro pare ci sia una grande differenza di età, in quanto DiCaprio ha 44 anni mentre Camila 22. Nonostante questo divario pare che i due siano molto uniti e innamorati.

Leonardo DiCaprio, la malattia con cui deve convivere

Quando si pensa all’attore Leonardo DiCaprio, viene subito in mente una grandissima star di Hollywood, ma nella sua vita però l’attore nasconde anche una grande fragilità. Come è stato riportato anche dal sito Deejay.it, pare che da fin da bambino combatta contro una malattia e cioè il disturbo ossessivo-compulsivo, un problema con cui a quanto pare ha avuto sempre convivere. Nel 2004 però durante le riprese del film The Aviator pare che tale malattia si sia acuita. L’attore infatti ha raccontato durante un’intervista che addirittura la sua assistente e la sua truccatrice erano disperate, poiché ci volevano diversi minuti per riuscire ad accompagnarlo sul set.

DiCaprio infatti si ossessionava toccando qualsiasi cosa in continuazione e a ripetizione, non riuscendo mai a smettere. Questa forma più intensa della malattia lo ha accompagnato per oltre 2 mesi dopo la fine di queste riprese. Una malattia che deve uscire a tenere a bada e che purtroppo pare spunti fuori di tanto in tanto e che certamente ha condizionato la sua esistenza.

Di Caprio e la polemica sul suo conto

Qualche anno fa Leonardo Di Caprio è stato al centro di una polemica a causa di un tweet che è stato rilanciato dal critico cinematografico Guy Lodge. Quest’ultimo infatti ha puntato l’attenzione sul fatto che è dal 1995 DiCaprio non ha più recitato in un film diretto da una donna. A questo tweet ha risposto anche un’altra critica del sito Screen rant, Kayleigh Donaldson, spiegando che in realtà si tratta di un tipo di scelta che è molto comune tra i più grandi attori di Hollywood. Anche l’attrice Zoe Kazan ha detto la sua, spiegando che in realtà ci sono molti più filmaker uomini che donne che a Hollywood hanno molto potere, anche se secondo il suo parere pare che sia davvero una scelta quella che fatta da molti attori di non collaborare con nessuna regista. A queste critiche DiCaprio ha deciso di non rispondere, non provando nemmeno a difendersi e mantenendo un profilo basso.

PER APPROFONDIRE LEGGI ANCHE >>> Titanic, la morte di Jack: ecco la risposta di Leonardo DiCaprio

Il suo rapporto con Kate Winslet

Una delle persone più importanti della vita di Leonardo DiCaprio è una figura femminile, ma non si tratta della fidanzata. Ci si riferisce invece a Kate Winslet, attrice conosciuta sul set di Titanic e da cui non si è mai più separato. Con la donna infatti ha intrapreso una grandissima amicizia, tant’è che i due ci sono sempre stati l’uno per l’altra nei momenti più importanti delle loro esistenze. DiCaprio ad esempio ha accompagnato la Winslet sull’altare durante il suo terzo matrimonio con il compagno Ned Rocknroll ed è anche diventato il padrino del terzo figlio della donna. Anche la Winslet è sempre stata vicina e ha supportato DiCaprio soprattutto durante le sue campagne ambientali.

Sembra inoltre che addirittura DiCaprio abbia voluto regalare un anello alla donna per la loro amicizia a cui Kate è davvero molto legata. Tra di loro però molti hanno sempre pensato che ci fosse stato del tenero, ma pare che in realtà non è mai nata un’attrazione reciproca. La loro dunque è un’amicizia forte e indissolubile, che li lega davvero profondamente.

L’Oscar tanto desiderato

Nel corso della sua carriera per moltissimi anni pare che l’attore Leonardo DiCaprio abbia inseguito letteralmente l’Oscar. Per svariati anni consecutivi infatti uomo ha ricevuto ben sette nomination, con interpretazioni di altissimo livello, di cui spesso si era certi avrebbe ricevuto la tanto agognata statuetta. Quest’ultima però tardava ad arrivare ed ogni volta ad un passo dall’ottenerla vedeva il suo sogno sfumare nel nulla.  È stato solamente nel 2016 che l’attore è riuscito a vincere il premio Oscar come miglior attore protagonista nel film Revenant, diretto da Alejandro Gonzalez Inarritu. Grandissima l’emozione durante la vittoria del premio, che è stata condivisa dalla sua grandissima amica Kate Winslet, visibilmente commossa per questo momento davvero importante.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Leonardo DiCaprio, l’impegno da attivista

Per chi non lo sapesse uno dei più grandi impegni di DiCaprio riguarda l’attivismo per diverse cause in particolare ambientali. L’uomo nel 1998 ha anche fondato la Leonardo DiCaprio Foundation, che si occupa della difesa ambientale, e in particolare tratta temi come il riscaldamento globale, l’importanza di preservare la biodiversità. Questa organizzazione ha supportato anche la Sea Shepherd, che si occupa della protezione marina. Nel 1999 si è dedicato anche a viaggiare specialmente nel Sudamerica, realizzando vari documentari in cui si discute il tema dell’ambiente e anche degli animali che sono in via d’estinzione.

Nel 2010 ha anche deciso di donare un milione di dollari al WWF, per cercare di dare una mano alla salvaguardia delle tigri. Un altro milione invece è stato donato ad Haiti, dopo il terremoto devastante. Nel 2014 ha poi organizzato a Saint Tropez una raccolta fondi a cui hanno preso parte anche varie celebrità che hanno messo all’asta alcuni oggetti personali, ed è riuscito a raccogliere 25 milioni di dollari che sono stati destinati alla salvaguardia di oceani, foreste e animali in via d’estinzione. Nel 2019 ha poi creato un’altra fondazione, la Earth Alliance donando 5 milioni di dollari per cercare di salvare la Foresta amazzonica dai numerosi incendi, mentre nel 2020 ha donato 3 milioni di dollari per gli incendi devastanti che sono avvenuti in Australia.