Home Televisione Truffe in Tv, i momenti più epici: da Mike Bongiorno a Enrica...

Truffe in Tv, i momenti più epici: da Mike Bongiorno a Enrica Bonnacorti

ULTIMO AGGIORNAMENTO 8:55
CONDIVIDI

I game show sono sempre stati di gran moda nella Tv italiana, siete sicuri di ricordare tutte le truffe scoperte in diretta?

Truff tv smascherate in diretta
Font Foto Getty Images

Nei quiz e nei game show la voglia di portare a casa la vittoria, sopratutto quando si tratta di un premio in denaro è sempre tanta, molto spesso i concorrenti hanno tuttavia esagerato cercando di barare.

Se quest’anno siamo rimasti tutti stupiti dall’incredibile cultura di Massimo Cannolettatra i campioni più preparati di sempre de L’Eredità, nel corso della storia della Tv non sono mancati episodi in cui il concorrente ha cercato di fare il furbo.

Ecco quindi i momenti più eclatanti della storia dei quiz in Tv, italiani e non solo: il primo vero e proprio scandalo è infatti avvenuto nel game show Twenty One, popolare programma americano.

PER APPROFONDIRE LEGGI ANCHE>>>Netflix, i migliori documentari musicali da vedere e ascoltare in streaming

Truffe in Tv, i concorrenti scoperti a barare: i casi più eclatanti

Nel corso della storia della televisione sono nati numerosi quizgame show che hanno appassionato milioni di telespettatori da tutto il mondo. Da l’internazionale Chi vuol essere milionario ai giochi telefonici presenti in svariati programmi Tv la voglia di mettersi alla prova e sopratutto portare a casa un ricco monte premi è sempre stata tanta, ma non tutti sono disposti a farlo onestamente.

Twenty-One, la truffa diventa un film

Nel 1994 Robert Rediford ha diretto il film Quiz Show, quello che non tutti sanno è che è spirato alla vera storia della truffa legata al programma televisivo Twenty-One, documentata da un’inchiesta di Richard N. Goodwin.  Herbert Stempel – campione in carica – venne infatti invitato a perdere la partita, in favore dell’avversario Charles Van Doren, sospettato di conoscere le domande ancora prima delle puntate.

Mike Bongiorno e gli appunti di Maura Livori a Telemike

Il 3 maggio del 1990 Mike Bongiorno perse le staffe durante una puntata di Telemike, uno dei quiz più popolari della televisione italiana. Il motivo? La concorrente Maura Livori, scoperta a consultare alcuni appunti prima di rispondere alla domanda.


Stando a quanto riportato da Velvet Gossip, la donna ha rivelato che quel giorno non era nel pieno delle sue facoltà: dopo un malore, causato da una colica renale, pare che le sano stati somministrati degli psicofarmaci calmanti in assenza di analgesici.

Nel corso del testa a testa con il campione in gara Gianfranco CarosiMike Bongiorno ha accusato la donna di aver guardato dei fogli durante la lettura della domanda, “Come gli scolaretti.” La Livori, pur ammettendo la scorrettezza, ha accusato la trasmissione di non aver avuto dei riguardi in merito al suo stato di salute, che l’ha portata a un mancamento durante i saluti finali dopo essere stata squalificata in diretta.

Enrica Bonaccorti, una furia a Non è la Rai

Negli anni Novanta tra i programmi di maggiore successo ricordiamo Non è la Rai (programma che vide l’esordio di Antonella Mosetti), nel corso del quale andava in onda il Cruciverbone condotto proprio da Enrica Bonaccorti. Nel corso della prima edizione durante il famoso gioco chiamò Maria Grazia da Bassano, la donna rispose correttamente a tutte le domande e stava per farla franca.

Al momento dell’ultima domanda la signora scelse la casella 96 orizzontale, una riga interamente senza lettere, tanto da generare lo stupore della conduttrice che ha perso tempo a commentare il coraggio della telespettatrice. Tuttavia la donna, ancor prima che la Bonacorti formulasse la domanda ripeté per ben due volte la parola “Eternit”.

“Io fermo il gioco” ha quindi esordito la Bonaccorti ha infatti sottolineato di non aver ancora fatto la domanda, la rabbia della conduttrice è tanta, il pensiero va infatti ai telespettatori onesti che sperano di ottenere la linea per vincere qualche soldo.

Domenica In, la truffa colpisce Mara Venier

Il 13 aprile 1997 Mara Venier è in onda a Domenica In, la conduttrice nel gioco finale è solita a comporre un numero di telefono del tutto casuale per collegarsi con i fortunati telespettatori. La prima concorrente non sa rispondere, il terzo numero squilla a vuoto  alla fine la conduttrice si collega con Marco da Roma.

Il concorrente si mostra fin da subito molto preparato, tuttavia la sua seconda risposta Juliette Mayniel (la mamma di Alessandro Gassman) è la soluzione di una domanda cancellata dagli autori prima della messa in onda e mai posta dalla Venier. La conduttrice chiede infatti a Marco da Roma il titolo del nuovo album di Franco Califano.

PER APPROFONDIRE LEGGI ANCHE>>>Imbarazzo al Tg5: “ragazza colorata”, la gaffe non passa inosservata

Ma lei perché risponde a una domanda che non c’è più” chiede la Venier fuori di sé, la conduttrice si infuria “C’è qualcosa che non va afferma con fermezza. La trasmissione  sarà poi sfumata dando la linea al Tg 1.

Come svelato da una successiva intervista dalla conduttrice, gli autori sospettavano la truffa da circa un mese, quando un concorrente vinse 80 milioni rispondendo a domande molto difficili, da qui la decisione di cambiare all’ultimo minuto la domanda.