Home Personaggi Pupo quella nuova vita: “Oggi credo di essermi riscattato”

Pupo quella nuova vita: “Oggi credo di essermi riscattato”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:56
CONDIVIDI

Pupo è tra gli artisti più amati del panorama musicale italiano e qualche tempo fa ha raccontato quella nuova vita: “Oggi credo di essermi riscattato

Pupo quella nuova vita: "Oggi credo di essermi riscattato"
Enzo Ghinazzi, Fonte foto: YoTube (@ Rai)

Amatissimo dal pubblico, molto seguito sui social ed altrettanto in televisione ogni qual volta se ne presenta l’occasione, il noto cantante Pupo non smette di stupire i suoi seguaci e qualche tempo fa ha rivelato quella nuova vita: “Oggi credo di essermi riscattato“.

Come sicuramente ricorderanno i suoi tanti fan, il cantautore comincia la sua decennale carriera nel lontano 1975 con il brano dal titolo ‘Ti scriverò‘.

Il percorso nel mondo dello spettacolo del cantante è ricco di sorprese e com’è l’artista non si ferma al ruolo di cantante, ma ad esempio è stato l’opinionista delle ultime due edizioni del ‘Grande Fratello Vip‘, prima con Wanda Nara e poi con Antonella Elia.

PER APPROFONDIRE LEGGI ANCHE >>> Pupo e il suo amore a tre: ecco come gestisce la sua vita quotidiana

Pupo chi è? Età, altezza, peso

Pupo quella nuova vita: "Oggi credo di essermi riscattato"
Enzo Ghinazzi, Fonte foto: Instagram (@ enzoghinazzi)
  • Nome e cognome: Enzo Ghinazzi
  • Data di nascita: 11 settembre 1955
  • Età: 65 anni
  • Altezza: 1.67 m
  • Peso: 65 Kg
  • Luogo di Nascita: Laterina, Arezzo
  • Instagram: @enzoghinazzi

Il noto cantautore è nato a Laterina, ad Arezzo, l’11 settembre del 1955 ed oggi ha quindi 65 anni.

Per quanto riguarda i suoi genitori si sa che suo padre Fiorello faceva il postino, mentre sua madre Irene Bozzi era casalinga, in realtà però sia la mamma che il papà di Pupo avevano una grande passione per le arti sceniche e anche il nonno del cantante era soprannominato il poeta.

Insomma, Enzo non poteva che non amare il mondo dello spettacolo date le sue origini.

Per quanto riguarda il suo percorso formativo, il cantante lascia gli studi per dedicarsi al servizio militare e durante la sua permanenza ad Orvieto scrive ‘Primavera‘.

La canzone appena citata è dedicata a sua zia che purtroppo muore a soli 25 anni a causa di un tumore.

Pupo carriera: da Gelato al cioccolato e Su di noi fino agli anni ’90

Pupo quella nuova vita: "Oggi credo di essermi riscattato"
E. Ghinazzi, Fonte foto: Instagram (@ enzoghinazzi)

Gli esordi, come già anticipato in precedenza, risalgono al 1975 quando il cantante pubblica il brano dal titolo ‘Ti scriverò‘, in seguito è con La Bionda per la canzone ‘Io solo senza’ te‘.

Come sei bella‘, invece, è il primo disco pubblicato dall’artista, mentre qualche anno dopo è tra i protagonisti di ‘Discoring‘ con ‘Sempre tu‘.

La canzone riscuote molto successo anche fuori dall’Italia, poi è la volta di ‘Ciao‘ e nel ’79 è a ‘Un disco per l’estate‘ con il brano ‘Forse‘.

Sempre nello stesso anno pubblica l’iconica canzone ‘Gelato al cioccolato‘ che gli dà molta notorietà e successo; in seguito scrive brani a cantanti del calibro di Mina. Poi è la volta della canzone ‘Atomino‘, mentre negli anni ’80 approda al ‘Festival di Sanremo‘ con l’amatissima canzone ‘Su di noi‘ riuscendo a posizionarsi al terzo posto.


Fonte video: YouTube (@ Videoteca M.P.)

In seguito è la volta dell’album ‘Più di prima‘ ed all’interno di sono brani molto importanti come ‘Firenze Santa Maria Novella‘ e ‘Bravo‘.

Negli stessi anni arriva anche l’ambito premio ‘Gondola d’oro di Venezia‘.

Sempre all’inizio degli anni ’80, Pupo è di nuovo invitato sul Palco dell’Ariston ma partecipa soltanto come autore del brano ‘Sarà perché ti amo‘ de i Ricchi e Poveri.

In seguito è alla ‘Mostra internazionale di musica leggera di Venezia‘ con ‘Lo devo solo a te‘, poi è la volta di ‘Non mi arrendevo mai‘ ed anche di ‘Burattino telecomandato‘.

Nell’83 è di nuovo sul palco dell’Ariston con ‘Cieli azzurri‘ ed in seguito con ‘Un amore grande‘, poi sempre al Festival della canzone italiana scrive ‘Dammi tanto amore‘ interpretata da Daniela Goggi.

Verso la metà degli anni ’80 pubblica ‘Change generation‘ in cui vi sono brani come ‘Suona e va‘, ‘Cantando‘, ‘La mia libertà‘ e molti altri.

Sempre nei medesimi anni è con Fiordaliso per il brano dal titolo ‘La vita è molto di più‘, poi scrive ‘Canzone amica‘ per lo ‘Zecchino d’oro‘ e Fabio Etter, interprete della canzone, vince la suddetta edizione.


Fonte video: YouTube (@ Sunset)

L’artista, come già detto in precedenza, non si dedica soltanto alla sua carriera di cantante ma negli anni ’80 pubblica anche il libro ‘Banco solo! Diario di un giocatore chiamato Pupo‘ in cui racconta alcuni brutti momenti a causa del gioco d’azzardo.

Ovviamente, anche in televisione si vede spesso e in quegli anni è tra i tanti ospiti di ‘Domenica In‘ ed anche del ‘Maurizio Costanzo Show‘.

Anche la sua esperienza nei panni di conduttore è piaciuta molto ai suoi fan e in molti lo ricordano insieme a Mara Venier in ‘Il nuovo Cantagiro‘.

Dopo diversi anni ed alcuni problemi a causa del gioco d’azzardo, nel ’92 è di nuovo a Sanremo con ‘La mia preghiera‘.

Pupo, ve lo ricordate a Miss Italia nel mondo con Elisa Isoardi?

L’artista col passare degli anni, diventa sempre più famoso e non solo in Italia, infatti, i suoi brani sono tradotti anche in inglese, francese e tedesco.

Ma anche le sue esperienze televisive non tardano ad arrivare e già dai primi anni 2000 l’artista è a ‘Quelli che il calcio‘, partecipa come concorrente a ‘La fattoria‘ ed è anche a ‘Il malloppo‘.

Forse non tutti lo ricordano, ma i cantante è anche stato il concorrente di ‘Affari tuoi‘ più o meno durante la stagione 2005/2006 e nello stesso periodo è in tour con ‘Tutto per tutto‘.

In seguito è alla conduzione di ‘Chi fermerà la musica‘, ‘Tutti alla lavagna‘, ‘La notte del poker‘, ‘Gran Galà dei 50 anni dello Zecchino d’Oro‘, mentre nel 2009 è di nuovo al ‘Festival di Sanremo‘ con ‘L’opportunità‘.

Sempre nello stesso anno, il cantautore è al timone di ‘I raccomandati‘ ed in seguito è a ‘Reazione a catena‘.

Inoltre, dopo la sua terribile esperienza col gioco d’azzardo, Pupo decide di condividere il suo passato e partecipa a molti seminari spiegando come fare ad uscirne.

In seguito è insieme ad Emanuele Filiberto per la conduzione di ‘Ciak… si canta!‘, mentre nel 2010 è in radio con ‘Attenti a Pupo‘ e sempre in radio è con ‘Attenti a Sanremo… il dopofestival‘.

L’anno successivo è con la bellissima Elisa Isoardi alla conduzione di ‘Miss Italia nel mondo‘ e poi a ‘Napoli prima e dopo‘.


Fonte video: YouTube (@ A.D.S)

Nel 2012 pubblica il libro ‘La confessione‘, è in televisione con ‘Ti lascio una canzone‘ ed anche con ‘Una canzone per 100.000‘. Nel 2016 è pubblica ‘Nei pensieri miei‘.

Pupo, l’esperienza come opinionista al Grande Fratello Vip

Pupo quella nuova vita: "Oggi credo di essermi riscattato"
P. ed Antonella Elia, Fonte foto: Instagram (@ enzoghinazzi)

Nel 2018 è spesso a ‘Le Iene‘ e nello stesso anno è insieme ad Antonella Clerici a ‘Portobello‘, mentre l’anno successivo è in ‘Pupi & Fornelli’.

Tutti i suoi seguaci lo ricorderanno nel ruolo di opinionista al ‘Grande Fratello Vip‘ prima con Wanda Nara, influencer e moglie di Mauro Icardi, e poi con Antonella Elia, ex concorrente del reality show condotto da Alfonso Signorini.

Pupo quella nuova vita, la confessione a Domenica In: “Oggi credo di essermi riscattato”

Pupo quella nuova vita: "Oggi credo di essermi riscattato"
Enzo Ghinazzi, Fonte foto: Instagram (@ enzoghinazzi)

Durante una lunga intervista ai microfoni di ‘Domenica In‘, il cantautore discutendo con Mara Venier dell’inizio della pandemia e dei brutti momenti ha detto la sua anche in merito al brutto periodo passato a causa del gioco d’azzardo.

Il cantante spiega che i momenti difficili sono quelli che ti formano e ti forgiano, ma il lato negativo di questi si vede se non riesci a venirne fuori: “[…] ecco è la fortuna che ho avuto io è averli superati – poi continua a spiegare alla Venier – “ti faccio un esempio molto semplice: se io fossi, se la mia vita per qualche motivo che non dipende neanche da noi, come accade adesso in questo momento […] se la mia vita si fosse fermata lì nel momento peggiore io sarei passato alla storia come un cantante di successo, passeggero, come una meteora, che si era giocato tutto nel gioco d’azzardo, che aveva dilapidato una fortuna, in parole povere un cretino“.


Fonte video: YouTube (@ Rai)

Queste le parole dell’artista che poi conclude il suo pensiero dicendo: “Oggi, con l’opportunità che ho avuto, credo di essermi riscattato“.

Pupo vita privata: gli amori del cantante

Pupo ha una relazione con due donne: la moglie Anna, che ha sposato nel 1974, e la personal manager Patricia Abati, sua compagna dal 1989[33]. Oltre a essere tifoso dei viola (per i quali ha scritto la canzone È Fiorentina), è anche un sostenitore dell'Arezzo per cui ha scritto l'inno Canzone Amaranto[34]. Pupo è impegnato anche nel sociale ed è uno dei fondatori della Nazionale italiana cantanti, di cui è stato presidente da giugno 2007 fino al 2010, anno in cui si è dimesso dall'associazione[35]. Ha tre figlie: Ilaria, Valentina e Clara (la prima e la terza dalla moglie Anna, la seconda da una sua fan) e tre nipoti: Leonardo, Viola e Matteo.
Enzo Ghinazzi, Fonte foto: Instagram (@ enzoghinazzi)
Enzo Ghinazzi è convolato a nozze nel lontano 1974 con sua moglie Anna, ma ha anche una compagna che si chiama Patricia Abati con cui ha una relazione dal ’89.

Il cantante ha tre splendide figlie, Ilaria e Clara avute con sua moglie Anna, mentre Valentina è nata dalla relazione del cantante con una fan. L’artista ha anche tre nipoti che si chiamano Leonardo, Viola e Matteo.

PER APPROFONDIRE LEGGI ANCHE >>> Sanremo 2021, anche Pupo dice la sua: “Un qualcosa di unico”

Pupo, significato del nome d’arte del cantante

Verso la metà degli anni ’70, periodo in cui Pupo comincia a muovere i suoi primi passi da professionista nel mondo dello spettacolo, Freddy Naggiar gli dà lo pseudonimo con cui tutti i suoi seguaci oggi lo conoscono.

A quanto, pare, al cantante non piaceva il suddetto e diverso tempo dopo svelò che all’epoca sperava che quello pseudonimo gli venisse tolto il prima possibile.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da The Real Pupo (@enzoghinazzi)