Home Cinema Split, la storia vera del film: è assurda

Split, la storia vera del film: è assurda

ULTIMO AGGIORNAMENTO 22:23
CONDIVIDI

Split, il film diretto da M. Night Shyamalan, racconta una storia realmente avvenuta. La trama è assurda. Scopriamo insieme tutta la verità. 

Split, il film di M. Night Shyamalan, questa sera andrà in onda su Mediaset Italia 2. Nel cast vediamo: James McAvoy, nei panni del protagonista, Anya Taylor-Joy, Betty Buckley, Haley Lu Richardson, Jessica Sula, Brad William Henke, Sebastian Arcelus. Il film fa parte di una trilogia di film diretti dallo stesso Shyamalan, assieme a Unbreakable – Il predestinato e al sequel Glass. Ma scopriamo quella storia assurda che si cela dietro la pellicola.

PER APPROFONDIRE LEGGI QUI >>> Man of Steel, un progetto top secret: Superman ritorna?

Split, la storia vera che si cela dietro il film

La pellicola è ispirata alla vita di Billy Milligan, un uomo a cui è stato diagnosticato il disturbo dissociativo dell’identità. Nel corpo di Bill convivono più personalità diverse, ognuna delle quali può prendere in qualsiasi momento il controllo dell’uomo. I problemi per Milligan iniziarono fin da piccolissimo. A quattro anni emerse la prima delle personalità, mentre a nove, a causa delle violenze continuamente inflittegli dal patrigno, emersero le altre ventitré. Il bambino si rifugiò all’interno delle sue personalità in segno di difesa dalla sua vita.

Infatti grazie a quegli scudi pensava che le violenze non le subiva lui in prima persona, ma loro, le altre persone che abitavano il suo corpo. Questo gli permetteva di rimanere illeso. Un problema grandissimo era proprio che quando le altre personalità si appropriavano di lui, Billy non se ne accorgeva minimamente e soprattutto poi non ne aveva il minimo ricordo. Milligan fu accusato di aver rapito e violentato tre studentesse, ma fu assolto, sebbene colpevole, poiché dichiarato mentalmente infermo a causa della propria patologia. Questa sentenza fece sì che il disturbo dissociativo dell’identità venne riconosciuto come un vero problema clinico e non come una semplice nevrosi.

PER APPROFONDIRE LEGGI QUI >>> Arancia Meccanica, Malcolm Mcdowell: “Ho rischiato di perdere la vista”

Nel 2014 Billy è morto a causa di un sarcoma per il quale aveva rifiutato le cure. La sua storia è stata da prima raccontata nel libro di Daniel Keyes Una stanza piena di gente e successivamente fu realizzato il film Split. Una storia davvero assurda. Il protagonista James McAvoy ci lascia senza fiato per la sua interpretazione mirabile di Billy Milligan.