Home Personaggi Fabio De Luigi, la confessione: “Un anno molto difficile”

Fabio De Luigi, la confessione: “Un anno molto difficile”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:27
CONDIVIDI

Fabio De Luigi ha confessato di aver trascorso un anno in uno stato non del tutto favorevole a lui. Come mai? Cos’è successo?

Fabio De Luigi

Fabio De Luigi questa sera in prima serata sarà protagonista su Cine34 con la pellicola “Una donna per amica“, diretta da Giovanni Veronesi. Nel cast accanto al noto comico De Luigi troviamo: Laetitia Casta, Valeria Solarino, Monica Scattini, Valentina Lodovini, Adriano Giannini, Flavio Montrucchio. Nei panni di Francesco, De Lugi, interpreta il ruolo di un avvocato impacciato che ben presto si innamorerà di una sua cara amica. Ma nel frattempo di sapere come andrà a finire il film, addentriamoci nella vita privata dell’attore e scopriamo quella confessione che ha fatto.

PER APPROFONDIRE LEGGI QUI >>> Fabio De Luigi, quel suicidio ha cambiato per sempre la sua vita

Fabio De Luigi, la sua confessione spaventa i fan: cos’è successo?

Fabio De Luigi

La carriera artistica di De Luigi è iniziata solo dopo qualche tempo. Infatti dopo essersi laureato in pittura all’Accademia delle Belle Arti, debutta come comico nel 1990 con la partecipazione al concorso “La zanzara d’oro”. Ma non tutti sanno che in quegli anni era un affermato giocatore di baseball, nel 1994 entra a far parte del Rimini Baseball. Il suo debutto a cinema è arrivato solo nel 1996 con il film “Nitrato d’argento” diretto da Marco Ferreri.

Oggi ha conquistato una fama davvero degna di nota. Come lui stesso ha dichiarato in un’intervista rilasciata a Vanity Fair, il pubblico molto spesso si identifica con i personaggi che mette in scena. Inoltre ha confessato di aver vissuto il 2020 in uno stato confusionale, ed è drammatico come contare il numero dei morti sia diventata un’abitudine.

PER APPROFONDIRE LEGGI QUI >>> Fabio De Luigi, un padre assente: nel film un tentativo di riscatto

Ma continua con il dire che il Covid diventerà un episodio della storia che si racconterà alle generazioni che verranno, così come lo è stata la guerra. Inoltre sempre durante l’intervista si è sbilanciato dicendo di essere in quarantena da quando è nato. Sempre con il suo tono simpatico ha detto che ha anticipato i DPCM, in quanto rispecchiano alla perfezione il suo stile di vita. Per concludere ha aggiunto come tutti non vedono l’ora che questo periodo difficile chiuda i battenti.