Home Personaggi Claudio Bisio, quel licenziamento fa parlare: il declino della sua vita nel...

Claudio Bisio, quel licenziamento fa parlare: il declino della sua vita nel film

ULTIMO AGGIORNAMENTO 21:04
CONDIVIDI

Claudio Bisio è stato licenziato dal suo lavoro. La carriera è in bilico, come si risolleverà? Scopriamo cosa sta succedendo al noto attore. 

Claudio Bisio

Questa sera alle 22.45 andrà in onda su Rai 5 il film “La gente che sta bene“, diretto da Francesco Patierno. Nel cast vi sono importanti nomi dello spettacolo, tra cui: Claudio Bisio, Margherita Buy, Diego Abatantuono, Jennipher Rodriguez, Laura Baldi, Matteo Scalzo, Carlotta Giannone e Carlo Buccirosso. In “La gente che sta bene“, adattamento dell’omonimo romanzo di Federico Baccomo, Patierno chiama Bisio a sporcarsi in un ruolo critico e autocritico. Addentriamoci nel suo personaggio.

LEGGI ANCHE —> Claudio Bisio, la confessione: “Sto per scoppiare”

Claudio Bisio, “La gente che sta bene”: la trama

Bisio indossa i panni del protagonista, Umberto Dorloni, un avvocato milanese, molto eccentrico ed arrogante, il quale non risente alcun segno della crisi che l’Italia sta affrontando. Ma ben presto si troverà a scontrarsi con una situazione per lui inaspettata: licenziato dallo studio in cui lavora, farà di tutto per non rinunciare ai suoi privilegi, in quest’impresa si affiderà al cinico avvocato d’affari (Diego Abatantuono). In questa pellicola vediamo come il personaggio di Bisio sprofonda completamente nell’abisso: perde un lavoro, tradito e tradisce, perde la famiglia. Nonostante il ruolo sia diverso rispetto ad altri personaggi interpretati, la commedia insita nell’attore non lo lascia andare. Certifica così che in Italia, da questa commedia, è impossibile uscire.

LEGGI ANCHE —> Claudio Bisio, carica in macchina un uomo investito: il gesto eroico nel film

Un film che merita di esser visto proprio per la leggerezza che imprime nello spettatore. Una commedia che di sicuro farà ridere, ma allo stesso tempo vi lascerà un segno. Quale? Non si sa, bisogna vedere per sapere! Questa sera in seconda serata su Rai 5.