Home Storie Gigi Proietti, quel ricordo emblematico della sua infanzia

Gigi Proietti, quel ricordo emblematico della sua infanzia

ULTIMO AGGIORNAMENTO 21:01
CONDIVIDI

Gigi Proietti, il grande mattatore della scena italiana, oggi lo vogliamo ricordare con un evento emblematico della sua infanzia. Scopriamolo insieme.

Gigi Proietti

Gigi Proietti questa sera sarà presente nel film “Ma tu di che segno sei?“, in onda in prima serata sul canale NOVE. Il film vede alla regia Neri Parenti e nel cast, attori quali: Massimo Boldi, Ricky Memphis, Vincenzo Salemme, Pio e Amedeo, Vanessa Hessler e Angelo Pintus. Nel film cinque storie intrecciate indagano comicamente sugli effetti delle profezie astrali. Ma scopriamo quel ricordo d’infanzia del grande artista.

LEGGI ANCHE —> Gigi Proietti “rinasce” e ci dice come si vive in Paradiso

Gigi Proietti, la confessione: “Ecco qual è stato il mio laboratorio”

Gigi Proietti sepoltura
G. Proietti (Fonte: Getty Images)

Proietti è nato in Umbria, ma è cresciuto a Roma, precisamente in una casa popolare del Tufello. Proprio tra gli scantinati di via Veneto e le case popolari del Tufello, ha nutrito il suo interesse e amore per il dialetto romano. Infatti l’inclinazione linguistica è diventata poi uno dei tratti distintivi dell’attore. Come lui stesso ha dichiarato ha cominciato ad apprezzare il dialetto romano proprio nelle vie della periferia. È in queste vie che l’attore ha cominciato a capire lo spirito del romanesco. Ha continuato con l’affermare che tutti al Tufello parlavo il dialetto, qualsiasi cosa veniva romanizzata. Infatti la cosa bella del romano, come ha detto Proietti, è che uno “se l’aggiusta come je pare”.

LEGGI ANCHE —> Nino Frassica e Gigi Proietti, video indimenticabile: impossibile non piangere

Infine ha concluso dicendo che le periferie sono sempre il primo laboratorio del cambiamento. Purtroppo lo scorso 2 novembre, nonché giorno di nascita del grande attore, si è spento uno tra i più grandi del panorama artistico italiano. Un dolore ancora oggi impossibile da accettare.