Home Storie Massimo Ranieri, quella corsa in ospedale per il cantante

Massimo Ranieri, quella corsa in ospedale per il cantante

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:10
CONDIVIDI

Massimo Ranieri, cantante e attore di fama, ha vissuto un momento davvero drammatico in cui ha temuto per la vita. Ecco cosa è accaduto.

Massimo Ranieri
Massimo Ranieri

Nel corso della sua vita l’attore e cantante Massimo Ranieri ha vissuto un momento davvero drammatico, in cui ha rischiato la propria vita. Questa sera andrà in onda su Rai3 il programma Qui e adesso, che viene trasmesso dal teatro Sistina di Roma ed è un docu show in cui si racconta la vita di questo incredibile artista molto apprezzato dal pubblico italiano.

LEGGI ANCHE —>Franca Sebastiani compagna Massimo Ranieri: “Era l’amore della mia vita”

Massimo Ranieri, la paura più grande

Massimo Ranieri
Massimo Ranieri in concerto (Fonte: Getty Images)

Diversi anni fa Massimo Ranieri ha vissuto un momento davvero molto preoccupante e drammatico della sua vita. L’uomo ha in attivo una straordinaria carriera, in cui ha primeggiato non soltanto nel campo della musica, regalando straordinarie perle nel panorama musicale italiano, ma anche saputo cogliere una brillantissima carriera come attore. Anche in veste teatrale infatti Ranieri ha sempre dimostrato un grande talento fuori dal comune. L’uomo nel 2013 si trovava a L’Aquila dove si sarebbe dovuto esibire in uno spettacolo. Purtroppo però improvvisamente l’artista ebbe un malore e si rese necessario un ricovero d’urgenza in ospedale.

LEGGI ANCHE —>Cristiana Calone figlia Massimo Ranieri, come si conosciuti i due?

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Massimo Ranieri (@ranieri_official)

A quanto pare l’uomo ha avuto dei problemi intestinali per cui è stato richiesto anche un intervento chirurgico, che fortunatamente era stato fatto da un’equipe esperta che si è occupata di questa operazione con grande maestria. Attimi di tensione e paura dunque quelli vissuti da Ranieri, che però si sono risolti fortunatamente in maniera positiva. L’uomo infatti poi aveva dovuto annullare all’epoca tutti i suoi impegni di lavoro per un po’ di tempo, ma aveva poi recuperato egregiamente. La sua vita dunque in realtà non fu a rischio, ma sicuramente per l’uomo si trattò di un grandissimo spavento.