Home Cinema Ricky Memphis, quel vuoto enorme da colmare: “Mi ha salvato”

Ricky Memphis, quel vuoto enorme da colmare: “Mi ha salvato”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:47
CONDIVIDI

Ricky Memphis, ci racconta come ha colmato quel vuoto, causato dalla morte del padre quando era piccolissimo. Qualcuno è arrivato in suo aiuto. Scopriamo chi è.

ricky memphis
Ricky Memphis (Getty Images)

Ricky Memphis, pseudonimo di Riccardo Fortunati, è un attore italiano. Questo pomeriggio alle 15.10 andrà in onda il film “Soap Opera“, su Cine34. Una commedia diretta da Alessandro Genovesi che vede nel cast accanto al volto di Memphis, nel ruolo di un depresso in crisi d’identità, altri attori del panorama italiano: Fabio De Luigi, Cristiana Capotondi, Diego Abatantuono. Siamo a poche ore dallo scoccare della mezzanotte nel fatidico giorno di Capodanno, le vite dei residenti del palazzo si uniranno tra odi e amori. Ma scopriamo cos’è successo nella vita reale di Memphis.

LEGGI ANCHE —> Fabio De Luigi, il racconto: “Ho paura di tutto”

Ricky Memphis, la rinascita dopo il dolore

Ricky Memphis

L’attore ha confessato come dopo la scomparsa del padre è sbocciato il suo amore per la fede e Cristo. Memphis dice che credere è fondamentale per avere la barra dritta, inoltre aggiunge di non essere un convertito, ma di aver creduto sin da piccolo, anche se viveva in un ambiente anticlericale. Ovviamente la maturità gli ha fatto consolidare questa fede, che ad oggi sembra la sua più grande salvezza. Dichiara che non si può credere senza avere fiducia nel Papa o nella Chiesa, l’istituzione è retta dallo spirito Santo, gli errori ci sono perché comunque è composta di esseri umani che sbagliano. Ma com’è nato il suo amore verso Gesù?

LEGGI ANCHE —> Ricky Memphis, la più grande paura dell’attore: È terrorizzato

Ricky conclude dicendo di esser sempre stato affascinato da questa figura e di aver trovato in Gesù il riferimento maschile e paterno che gli mancava. Crescendo ha approfondito di più l’argomento divenendo a tutti gli effetti un cristiano che, come dice lui, “comunque ne capisce poco”.