Home Personaggi Federica Cappelletti moglie Paolo Rossi: ricordo straziante in diretta

Federica Cappelletti moglie Paolo Rossi: ricordo straziante in diretta

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:42
CONDIVIDI

Federica Cappelletti moglie di Paolo Rossi, un dolore lancinante dopo la scomparsa del marito. Lacrime in diretta. Un vuoto incolmabile.

paolo rossi
Paolo Rossi (Getty Images)

Federica Cappelletti condivide con il pubblico di Storie Italiane, un programma condotto da Eleonora Daniele, tutta la sua tristezza per il tragico lutto del marito. Le sue strazianti lacrime colpiscono nel profondo tutti noi. La moglie ci racconta il messaggio che le ha scritto Paolo prima di andarsene per sempre. Impossibile trattenere le lacrime. Un dolore che ha colpito non solo il mondo del calcio, ma l’intero mondo. Paolo Rossi era marito, padre, uomo, questi fondamentali ingredienti hanno costruito la sua immensa grandezza.

LEGGI ANCHE —> Ezio Greggio ricorda Paolo Rossi: un dolore enorme

Federica Cappelletti moglie Paolo Rossi, il messaggio straziante

federica cappelletti paolo rossi

La moglie ci ha raccontato quali sono state le ultime parole del marito. Con un messaggio il calciatore ha avvisato Federica della fine della sua vita. Ecco le sue parole: “Ti ringrazio con tutte le cose che hai fatto con grande amore, spero che il Signore ti aiuti io ti proteggerò sempre.” Le lacrime prepotenti scendono sul volto afflitto della moglie. Dopo un amore così grande si può vivere solo di dolore, questa la dichiarazione della Cappelletti. Non sarà più una persone felice. Ma a soffrire con lei la perdita di Paolo ci sono anche i suoi figli. La donna ha giurato, negli attimi prima che il marito chiudesse gli occhi per sempre, di continuare a crescere le figlie con i suoi valori. Ecco la rivelazione che ha rilasciato la moglie.

LEGGI ANCHE —> Parla Rossano, il fratello di Paolo Rossi: “Si è aiutato da solo”

Stefania ha annunciato di volerlo cremare e tenerlo custodito a casa, così per sempre starà vicino alle persone che l’hanno amato incondizionatamente. Oggi salutiamo a malincuore un uomo che ci ha fatto sognare, nell’82 ha fatto innamorare tutti del calcio. Riposa in pace Campione.