Home Storie Charlize Theron, quel dramma profondo: “Quando mia madre sparò a mio padre”

Charlize Theron, quel dramma profondo: “Quando mia madre sparò a mio padre”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:17
CONDIVIDI

Charlize Theron ci rivela un evento tragico della sua infanzia. Racconta una morte insolita di una persona a lei vicina.

charlize theron
Charlize Theron

Stasera su Italia 1 vedremo Charlize Theron protagonista nel film fantastico “Il cacciatore e la regina di ghiaccio“. La meravigliosa attrice indosserà i panni della regina malvagia, Ravenna. Il film è uno spin-off di Biancaneve e il cacciatore, in quanto racconta le vicende del cacciatore. L’attrice e modella ci racconta un tragico evento del suo passato. Scopriamolo insieme.

LEGGI ANCHE —> Brad Pitt e Charlize Theron, è nato l’amore?

Charlize Theron e il trauma dopo quel giorno

L’attrice ha raccontato la terribile notte in cui la madre Gerda sparò al padre proprio avanti ai suoi occhi. Non tutti sanno il difficile passato che ha dovuto sorpassare la bellissima attrice. Infatti quando lei aveva ancora 14 anni con la famiglia vivevano in Sudafrica. Il padre era un alcolista e spesso alzava le mani verso la moglie e la figlia. Una sera, però, nel corso di un’accesa lite le cose sono peggiorate terribilmente, Gerda ha così preso una pistola ed ha ucciso suo marito. Charlize ha cercato di nascondere questa vicenda ed alle persone che le chiedevano dove fosse il padre lei rispondeva che era morto a causa di un incidente. La mamma Gerda è stata assolta per legittima difesa. È rimasta sempre una figura importantissima per Charlize, dandole coraggio e forza per andare avanti. Ecco come risponde Charlize.

LEGGI ANCHE —> Charlize Theron rivelazione choc: “Mio figlio è una femmina”

La grande attrice ringrazia sua mamma per averla aiutata ad avere una vita normale e per averla resa coraggiosa di affrontare il mondo. Le parole della mamma che l’hanno convinta a rialzarsi da questo tragico episodio sono state le seguenti: “Quello che è successo è orribile, ma adesso devi scegliere: o ti lasci affondare o provi a nuotare”.