Home News Maradona, operazione al cervello: le condizioni di salute dell’ex calciatore

Maradona, operazione al cervello: le condizioni di salute dell’ex calciatore

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:36
CONDIVIDI

Grande apprensione per le sorti dell’ex calciatore Maradona, che ha subito un tempestivo intervento chirurgico al cervello. Ecco come sta.

Maradona
Maradona (Fonte: Getty Images)

Tanta tensione per i fan dell’ex calciatore Maradona, che era stato ricoverato d’urgenza e sottoposto ieri ad un intervento chirurgico al cervello. L’uomo negli ultimi giorni aveva manifestato problemi di salute e si era subito pensato ad una positività al covid-19. Quest’ultima però era stata presto scongiurata poiché l’uomo si era sottoposto a vari test risultati sempre negativi. A causa dei problemi riscontrati dall’uomo si è resa necessaria la decisione di un ricovero in ospedale per svolgere tutti gli accertamenti del caso.

LEGGI ANCHE —>Calcio in lutto, morto un calciatore ex Roma per arresto cardiaco

Maradona, l’esito dell’intervento

Messi o Maradona?

Solamente nella giornata di ieri si era parlato del ricovero d’urgenza di Maradona in una clinica di La Plata per svolgere alcune analisi e accertamenti riguardanti la sua salute. Negli ultimi giorni infatti l’uomo aveva fatto preoccupare molto i medici poiché aveva riscontrato alcuni problemi specifici. Il calciatore infatti aveva difficoltà motorie e una debolezza in particolare nella zona degli arti. Si era subito pensato ad un possibile crollo emotivo, come avevano riportato alcuni giornali come Fanpage. Ultimamente infatti non è stato un periodo molto facile per l’uomo, che ha avuto dei problemi personali e ha dovuto combattere anche contro la paura del covid-19.

LEGGI ANCHE —>Maradona, chiesto il dna per la nuova figlia illegittima

In realtà si è appreso che l’uomo ha addirittura avuto un trauma cranico ed è stato riscontrato, come riportato anche l’ANSA, la presenza di un ematoma subdurale che andava assolutamente rimosso. A quanto pare l’uomo aveva avuto una caduta accidentale nei giorni scorsi all’interno della sua stessa abitazione, alla quale però non aveva dato molta importanza. Probabilmente la botta presa dall’ex calciatore è stata più forte di quanto immaginasse e ha procurato questo coagulo di sangue che è stato rimosso. Come spiega il dottor Leopoldo Luque nella sua clinica privata di Buenos Aires, sembra che sia tutto sotto controllo e che l’intervento chirurgico sia andato nel migliore dei modi. Adesso non rimane per l’uomo che concedersi un po’ di riposo per recuperare la salute al massimo.