Home Televisione La Vita In Diretta a rischio chiusura? Paura per Alberto Matano

La Vita In Diretta a rischio chiusura? Paura per Alberto Matano

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:24
CONDIVIDI

La Vita In Diretta è a serio rischio chiusura? La bomba arriva da Dagospia: paura per Alberto Matano e tutti i collaboratori Rai.

Alberto Matano
Alberto Matano, La vita in diretta

C’è grande apprensione attorno a La Vita In Diretta su Rai Uno: il noto programma del pomeriggio Rai di Alberto Matano è a serio rischio chiusura? 

Il tutto arriva direttamente da Dagospia che ha lanciato quella che sembrerebbe essere una vera e propria bomba: sembrerebbe infatti che siano stati trovati dei positivi all’interno del noto talk show della tv di Stato.

E’ davvero così oppure no? Al momento il programma continua ad andare in onda e non sembrano esserci pericoli per gli addetti ai lavori, tuttavia non è da escludere che possano esserci nuovi casi all’interno del programma che adesso sembra rischiare davvero molto grosso.

 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Raddoppiano i casi in Lombardia: 4.126 in un giorno, a Milano sono 1.858 #lavitaindiretta

Un post condiviso da La Vita In Diretta (@vitaindiretta) in data:

LEGGI ANCHE -> La Vita In Diretta, ospite lancia pesanti accuse: “Siete al limite della denuncia”

La Vita In Diretta chiude? Ci sono dei positivi

la vita in diretta conduttori

La Vita In Diretta chiude a causa di sette persone positive all’interno del programma? Al momento no, anzi: il talk show di Rai Uno continua ad andare avanti senza alcun problema e non sembra proprio che ci siano dei casi all’interno, tuttavia una cosa è certa: qualora ci fossero, i vertici Rai hanno dimostrato di sapere gestire al meglio questa emergenza.

LEGGI ANCHE -> La Vita In Diretta non va in onda, perchè? c’è preoccupazione

Un esempio su tutti? La chiusura -purtroppo- anticipata di Io e Te, il programma condotto da Pierluigi Diaco. Il talk show dei sentimenti che va in onda tutta estate dopo il Tg1 delle 13:30, infatti, ha dovuto chiudere i battenti anticipatamente a causa di alcuni collaboratori trovati positivi dopo un tampone.

Questo è senz’altro un segnale incoraggiante del fatto che, comunque sia, la tv di Stato è sempre molto attenta nel tutelare la salute di tutte le persone che ogni giorno rischiano la propria salute andando a lavorare, offrendo un vero e proprio servizio per la pubblica utilità.