Home Personaggi Maria Assunta Zanetti moglie Pierdante Piccioni: un trauma difficile da superare

Maria Assunta Zanetti moglie Pierdante Piccioni: un trauma difficile da superare

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:45
CONDIVIDI

Pierdante Piccioni è il dottore la cui storia personale ha ispirato Doc – Nelle tue mani. Oggi sarà ospite di Francesca Fialdini e tornerà sull’incidente e il rapporto con la serie.

Pierdante Piccioni
Pierdante Piccioni

Per chi segue la serie non sarà una novità sapere che Doc, con Luca Argentero, è tratto a tutti gli effetti da un’incredibile storia vera. Lo stesso Pierdante Piccioni è stato più volte intervistato proprio in merito all’accaduto e a come la sua vita è dovuta ripartire praticamente da zero. Ma cosa sappiamo di quella stessa vita privata che ora è sotto gli occhi di tutti, benché romanzata?

Leggi anche –> Flavio Insinna, Eredità a rischio? C’è già un possibile sostituto

Pierdante Piccioni: “innamorato di nuovo di mia moglie”

Luca Argentero in Doc - Nelle tue mani
Luca Argentero in Doc – Nelle tue mani

Non è stato facile per Pierdante Piccioni tornare alla normalità perché non è mai riuscito a recuperare la memoria e ha dovuto ricominciare tutto da capo, a partire dai legami affettivi. “La cosa più assurda è stato proprio rivedere i miei figli; io avevo in mente due bambini di otto e undici anni e invece mi sono ritrovato davanti due adulti con la barba, studenti, uno giocatore di rugby, l’altro di pallavolo. Per me erano dei perfetti sconosciuti e volevo con tutto me stesso tornare a quando ero felice, a prima dell’incidente, nel 2001″ ha raccontato Piccioni.

A poco a poco, però, il dottore è riuscito a vedere qualcosa di positivo nel suo dramma. Dice di essere un uomo e un marito migliore e, scherzando, afferma di essere l’unico uomo ad aver tradito la moglie con la stessa moglie, Maria Assunta Zanetti. “l’ho vista dopo l’incidente e non la riconoscevo. Era invecchiata improvvisamente di 12 anni”. Per fortuna però si è re-innamorato di lei e oggi riescono a vivere una vita relativamente normale. Il medico ha infatti affrontato un lungo iter per poter tornare ad esercitare la sua professione proprio in questo momento di emergenza sanitaria, e ha fatto il possibile per rendersi utile – rinunciando anche alla pensione d’invalidità che gli era stata riconosciuta.

Leggi anche –> Serena Bortone è ancora single? C’è un dettaglio che lo fa pensare