Home Televisione Santino Fiorillo confessa una grande passione: le sue parole

Santino Fiorillo confessa una grande passione: le sue parole

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:46
CONDIVIDI

Santino Fiorillo è uno dei personaggi televisivi del momento. Ma qual è la sua più grande passione? A raccontarlo è stato lui stesso.

Santino Fiorillo

‘Io e Te’ è una della trasmissioni più seguite di queste settimane. Il talk show del pomeriggio di Rai Uno sta ottenendo degli ottimi risultati dal punto di vista degli ascolti e dello share. Tra i protagonisti, oltre al conduttore Pierluigi Diaco, c’è senza alcun dubbio Santino Fiorillo, che sta conquistando il grande pubblico. In molti però si fanno molte domande su di lui. A dare qualche risposta è stato lui stesso in una lunga interessante intervista, rilasciata ai microfoni di ‘Tv, Sorrisi e Canzoni’.

LEGGI ANCHE -> Santino Fiorillo, ecco la sua età

Santino Fiorillo, ecco una sua grande passione

Chi è Santino Fiorillo età

Ed ecco che, dopo il suo più grande rammarico, uno dei re del gossip, ha voluto raccontare la sua grande passione per il vintage. Queste le sue parole: “Il tutto è nato grazie a mia nonna Jolanda, una donna maggiorata stile Lollobrigida, che voleva fare l’attrice, ma purtroppo non gliel’hanno permesso. Visto che i miei genitori lavoravano tutto il giorno, da piccolo passavo tanto tempo con lei a Salerno. Mi raccontava delle grandi storie d’amore del passato e mi ha fatto conoscere il cinema di una volta. Da ‘Via col vento’ a ‘Colazione da Tiffany’, che è il mio film preferito. Mi adorava, mi preparava la merenda, mi portava in giro, al cinema e a teatro a vedere il balletto“.

LEGGI ANCHE -> Santino Fiorillo e Katia Ricciarelli, qual è il loro rapporto

Insomma parole davvero molte belle. Santino ha poi voluto omaggiare anche l’altra sua nonna, Marianna, che viveva in campagna e che gli ha donato la passione per i fiori. “Con lei trascorrevo una parte dell’estate dopo essere stato al mare con i miei genitori“, ha concluso il buon Fiorillo. Il ragazzo ora è cresciuto, ma il passato non si dimentica.