Home Personaggi Maria Antonietta Sisini compagna Giuni Russo: un amore contro tutto

Maria Antonietta Sisini compagna Giuni Russo: un amore contro tutto

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:37
CONDIVIDI

Giuni Russo, scomparsa nel 2004, ha sempre avuto un rapporto molto forte e profondo con la sua produttrice Maria Antonietta Sisini.

Giuni Russo

Giuni Russo è senza alcun dubbio una delle voci che hanno fatto la storia della musica italiana. Celebre la sua ‘Un’estate al mare’, che ancora oggi, a distanza di davvero tanti anni, viene risuonata e cantata, come a spiegare che ha davvero accompagnato intere generazioni. Scomparsa nel 2004 a causa di una malattia, l’artista è finita molto spesso sotto la luce dei riflettori per la sua vita privata e sentimentale. Ma che cosa si sa su quest’ultima?

LEGGI ANCHE -> Lutto nel mondo della musica: si è spento dopo una lunga malattia

Giuni Russo, il grande rapporto con la sua produttrice Maria Antonietta Sisini

La nativa di Palermo ha sempre avuto un rapporto particolare con la sua produttrice e principale collaboratrice Maria Antonietta Sisini. Il loro è stato un legame molto forte e profondo, tanto che la donna, dopo molti anni, la donna ha ammesso di esser stata la sua compagna per ben 36 anni. Un amore vissuto lontano dal gossip e in totale privacy e riserbo. Ma ecco che, qualche anno fa, è uscita lei stessa allo scoperto per smentire alcune dichiarazioni fatte da Donatella Rettore, che aveva detto di essere stato molto vicino alla povera Giuni, tanto da sentirsi dopo ogni seduta di chemioterapia. Ma che cosa ha detto?

LEGGI ANCHE -> Donatella Rettore, ecco come ha sconfitto una lunga malattia

Donatella Rettore, a differenza di quanto detto da lei, non ha visto né sentito Giuni Russo negli ultimi anni. Purtroppo sono costretta a rompere il mio riserbo sulla malattia di Giuni Russo, artista con la quale ho lavorato e vissuto per 36 anni e di cui porto avanti l’eredità artistico. Ribadisco comunque che Donatella Rettore non ha visto né sentito Giuni negli ultimi anni. Giuni nel 2004 non ha fatto chemioterapia, ha smesso nel 2003. Dopo le sedute di chemio non aveva nessuna voglia di parlare al telefono con chicchessia“. Insomma, parole dure e che simboleggiano un grande amore