Home Personaggi Daniele figlio Dodi Battaglia: una percorso tutto da raccontare

Daniele figlio Dodi Battaglia: una percorso tutto da raccontare

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:45
CONDIVIDI

Daniele Battaglia è il figlio del chitarrista dei Pooh Dodi Battaglia. Il percorso e la carriera fatte da quest’ultimo è tutta da raccontare.

Daniele Battaglia

Era il 21 luglio del 1981 quando, in quel di Bologna, è nato Daniele Battaglia, figlio del chitarrista dei Pooh. L’emiliano è, dopo una lunga gavetta, diventato popolare grazie alla sua partecipazione a ‘L’Isola dei Famosi’ e alla conduzione degli ‘Wind Music Awards’. Per il 38enne però il percorso è stato tutt’altro che semplice, come potrebbe far pensare essere un figlio d’arte e il cognome che porta. Alcuni aneddoti sono tutti da raccontare e da scoprire.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Paola Toeschi moglie Dodi Battaglia, una ferita ancora aperta

Daniele figlio Dodi Battaglia chi è? Età, lavoro, foto

dodi battaglia
Dodi Battaglia

Imporsi per il buon Daniele è stato tutt’altro che semplice. Il ragazzo è però riuscito a sfondare grazie alla sua determinazione e alla tua caparbietà. D’altronde il suo sogno e il suo obiettivo, fin da quando era bambino, è sempre stato solo e soltanto uno, ossia quello di essere giudicato per quello che è lui e non per quello che è stato suo padre. Un traguardo che, grazie alle sue capacità, è riuscito a raggiungere.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Dodi Battaglia, il dramma della malattia della moglie: un periodo difficile

La sua gavetta inizia come conduttore radiofonico per piccole emittenti, ma poi riesce ad arrivare a ‘Radio Italia’. Qui diventa uno degli speaker più apprezzato dagli ascoltatori. Ottiene la consacrazione quando approda a ‘Radio 105‘, ma poi esordisce nel mondo della televisione. Insomma, Daniele Battaglia è riuscito pian piano a trovare la sua dimensione, facendo da spalla e da ospite in diversi programmi, E poi nel 2010 per lui arriva ‘L’Isola dei Famosi’, dove è il vincitore. A colpire e stupire è senza alcun dubbio anche la sua decisione di donare metà della vincita alle popolazioni di Haiti. La sua maturazione è completata.