Home Musica Paola Toeschi moglie Dodi Battaglia, una ferita ancora aperta

Paola Toeschi moglie Dodi Battaglia, una ferita ancora aperta

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:04
CONDIVIDI

Paola Toeschi è la moglie di Dodi Battaglia, uno dei componenti dei Pooh, La donna ha vissuto un lungo periodo di malattia.

dodi battaglia

Dodi Battaglia è uno dei capisaldi e dei membri dei Pooh, un gruppo che ha fatto la storia della musica italiana. Il chitarrista fa parte della band dal 1968 ed è quindi uno dei fondatori. Il 69enne ha fatto però parlare anche della sua vita privata e sentimentale. L’uomo si è infatti sposato ben tre volte. La sua terza moglie è Paola Toeschi, con cui ha persino avuto una figlia, di nome Sofia, che è nata nel 2005.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Paola Toeschi moglie Dodi Battaglia: l’amore dopo tanta sofferenza

Dodi Battaglia, il periodo difficile di sua moglia Paola Toeschi

Dodi Battaglia ospite a Vieni da Me programma di Caterina Balivo
Dodi Battaglia ospite a Vieni da Me programma di Caterina Balivo

I due vivono a Bologna e in più di un’occasione l’artista ha definito questa storia d’amore la più importante della sua vita. La loro unione e il loro amore è diventato più forte a causa di un periodo difficile vissuto dalla donna, che ha combattuto contro un tumore al cervello. Il calvario ha avuto inizio nel 2010. Paola ha raccontato il tutto in un libro dal titolo ‘Più forte del male’, edito da Piemme. “Fino alla sera prima stavo bene il mattino dopo la crisi e la diagnosi: tumore al cervello. Il mondo ti cade addosso”, queste le sue parole rilasciate ai microfoni de ‘La Stampa’.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Dodi Battaglia, il dramma della malattia della moglie: un periodo difficile

La Toeschi ha vissuto un periodo fatto di interventi e terapie, ma comunque non ha mai mollato, pensando a sua figlia e al marito, che le è sempre stato vicino. La donna ha ammesso di essersi affidata alla fede: “Non ero una credente, o meglio avevo una fede superficiale. Poi un giorno, dopo l’intervento, leggo il libro di uno psichiatra francese, David Servan-Schreiber, che consigliava la preghiera come strumento terapeutico. Scandisce il tuo respiro, ti aiuta a tranquillizzarti“.