Home Cinema Silvia Verdone moglie Christian De Sica, retroscena inatteso

Silvia Verdone moglie Christian De Sica, retroscena inatteso

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:16
CONDIVIDI

Silvia Verdone è la moglie di Christian De Sica. Nel rapporto c’è un retroscena inatteso, che vede protagonista Vittorio De Sica.

Silvia Verdone

Silvia Verdone è la storica moglie di Christian De Sica. Il noto attore sarà ospite oggi a ‘Domenica In’. E chissà se parlerà di un retroscena, raccontata un po’ di tempo fa ai microfoni de ‘Il Fatto Quotidiano’, che ha visto protagonista, oltre alla sua dolce metà. suo paà Vittorio De Sica. Ma di che cosa si tratta? L’episodio ha senza alcun dubbio colpito e stupito un po’ tutti.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Christian De Sica, “vittima” di un incendio terribile

Christian De Sica, il retroscena che vede protagonista la moglie Silvia Verdone e papà Vittorio

Christian De Sica Domenica In

“Mio padre era un giocatore. Diciamo che si giocava tutto. Non ci ho sofferto, perché alla fine si è divertito e ha fatto bene. MI ha lasciato tante altre cose, non i soldi, ma cose più importanti. Lui diceva sempre di goderci ogni istante della nostra vita, perché passa”, queste le parole dell’artista su suo padre. Il buon Christian non ha mai giudicato suo padre per le sue scelte, ma ha raccontato sempre tutto senza rancore. Ma qual è il legame con sua moglie Silvia? A spiegarlo è lo stesso De Sica.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Vittorio Cecchi Gori in carcere, Christian De Sica: “Una follia, è malato”

“Io e Silvia eravamo scappati di casa. Dovevamo arrangiarci. Abbiamo patito la fame. Quando ci siamo conosciuti mio padre era morto da poco e io ero senza una lira in tasca, solo i debiti precedenti. Insomma, i primi tempi con lei sono stati una vera e propria tragedia economica“. Insomma, l’attore ha raccontato le grandi difficoltà economiche vissute, ma superate con l’amore, il lavoro e la dedizione. Christian De Sica non si è mai vergognato del suo passato, anzi ne ha fatto un punto di forza e un motivo di vanto.